Esecuzione shock in una sala giochi a Bergamo: spara e uccide il fratello per motivi familiari, vittima e killer originari della Sicilia [NOMI e DETTAGLI]

Esecuzione in piena regola a Bergamo: uomo, di origini siciliane, uccide a colpi di pistola il fratello “per motivi familiari”

È rinchiuso nel carcere di Bergamo, Maurizio Novembrini, originario di Gela, in Sicilia,  accusato di  aver ucciso brutalmente il fratello e la compagna. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, le prove sono schiaccianti: l’uomo ha sparato cinque colpi al fratello Carlo, di anni 51 e alla compagna 40enne Maria Rosa Fortini ieri pomeriggio in una sala giochi in provincia di Bergamo. Novembrini è stato fermato dai carabinieri e trovato in possesso di una pistola calabro 9 con matricola abrasa e  con ancora il colpo in canna. Fondamentali per la ricostruzione del delitto le telecamere che hanno ripreso l’assassinio. L’uomo sarebbe entrato nel locale e avrebbe aperto il fuoco contro il fratello dopo una discussione. Maria Rosa Fortini sarebbe stata colpita al collo dopo essersi gettata sul compagno. Infine Novembrini avrebbe freddato il fratello con un colpo di pistola in bocca. Presente in quel momento anche la sorella, poi rapidamente allontanasi dalla scena del crimine. Il killer, scovato dai carabinieri dopo una breve fuga, avrebbe  dichiarato che all’origine dell’insano gesto ci fossero “motivi familiari”.