Arrestato nel reggino giovane domiciliato presso la tendopoli di San Ferdinando per furto aggravato

I Carabinieri di Gioia Tauro hanno sorpreso il giovane all’interno di un terreno confiscato alla criminalità organizzata

Nella serata di ieri, a Gioia Tauro (RC), i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Gioia Tauro hanno arrestato in flagranza di reato DUMBIA Mohamed, 24enne, cittadino ivoriano, domiciliato presso la tendopoli di San Ferdinando, perché ritenuto responsabile del reato di furto aggravato.

In particolare, i militari, durante un servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e contrasto ai reati di natura predatoria e ai danneggiamenti predisposto dal Comando Gruppo di Gioia Tauro, sono intervenuti in Contrada Sovereto dove hanno sorpreso DUMBIA Mohamed all’interno di un terreno confiscato alla criminalità organizzata ed attualmente gestito dalla “Cooperativa Valle del Marro – Libera Terra” mentre con una sega in acciaio stava tagliando dei rami da alcuni arbusti per appropriarsene.

Alla vista dei Carabinieri, il giovane si è dato alla fuga ma, nonostante le condizioni di scarsa visibilità e l’ampia estensione del terreno, è stato bloccato, disarmato della sega e tratto in arresto.
L’arrestato, che da accertamenti successivi è risultato essere stato, in passato, impiegato dalla Cooperativa, al termine degli adempimenti di rito è stato posto agli arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa della celebrazione del rito direttissimo.