Messina, tagli al Vittorio Emanuele. Saitta chiama a raccolta la deputazione messinese: “Salviamo il Teatro”

Il candidato del centrosinistra fa appello a tutta la deputazione messinese: “Nessuna divisione di colore politico, tutti i deputati trovino una soluzione insieme al governo regionale per salvaguardare il futuro del Teatro di Messina”

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

La manovra economica della Regione rischia di mettere a dura prova il Teatro Vittorio Emanuele di Messina. Il contributo destinato all’Ente, previsto per quasi 4 milioni di euro rischia di subire un decurtazione di oltre 800 mila euro. A fare un appello per salvare il Teatro di Messina il candidato del centrosinistra alle prossime elezioni amministrative Antonio Saitta, che chiama a raccolta tutta la deputazione messinese: ” Dobbiamo salvaguardare il futuro del Teatro Vittorio Emanuele e il futuro di coloro che ci lavorano– ha detto-  persone di altissimo valore professionale che, in condizioni sempre peggiori, continuano ad operare con enormi sacrifici per fare e divulgare cultura nella nostra città. La deputazione regionale messinese deve prendere posizione. Io ho già incontrato i parlamentari regionali della coalizione che mi sostiene alle prossime amministrative e li ho sollecitati a cercare una soluzione possibile. In questo momento non devono esistere divisioni di colore politico. Tutti i deputati eletti con i voti dei messinesi devono trovare una soluzione insieme al governo regionale”.