Messina, ancora fogna a cielo aperto a Tarantonio: liquami in mare [FOTO]

/

 

La segnalazione del consigliere Biancuzzo: “A Tarantonio si attendono ancora i lavori di riparazione della fognatura, a rischio la salute pubblica”

A Tarantonio (Messina), a valle della strada statale 113/dir, al km 30, nonostante la richiesta di interventi fatta dal consigliere Mario Biancuzzo, in data 19 gennaio e 24 marzo 2018, riparazione di un tratto di fognatura spazzata via dalla furia dei marosi non è ancora stata eseguita. “Di Tale vicenda– scrive il consigliere Biancuzzo- è stata informata anche telefonicamente l’AMAM e  nonostante ciò, nessuno ha provveduto. Appare superfluo ricordare- prosegue il consigliere- che c’è un gravissimo pericolo per la salute pubblica e che i liquami vanno a finire in mare per filtraggio e ciò costituisce reato ai sensi della legge n, 349/86″.

Ciò premesso il consigliere chiede:

  1. Al Signor direttore generale dell’AMAM: di intervenire come suo obbligo e dovere anche con somma urgenza per eliminare la problematica sopra esposta segnalata puntualmente dallo scrivente con nota del 19 gennaio 2018, sollecitata il 24 marzo 2018 ed anche telefonicamente.
  2. Al Signor Sindaco di Messina; di voler intervenire per il ripristino della fognatura divelta e spazzata via dalla furia del mare.
  3. Al Signor Dirigente lavori pubblici del Comune di Messina: di voler intervenire con l’esecuzione di tutti i lavori necessari per tutelare i cittadini residenti, a tutela dell’ambiente e della salute pubblica”.