Spari nella sede di Youtube

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Roma, 4 apr. (AdnKronos) – Ore di terrore nella sede di Youtube a San Bruno, nel nord della California, dove martedì pomeriggio una donna ha sparato alcuni colpi d’arma da fuoco prima di togliersi la vita. L’allarme è scattato poco prima delle 13 ora locale nel quartier generale della piattaforma video di Google, quando una donna – identificata come Nasim Aghdam, 39enne californiana di origine iraniana – ha iniziato a sparare in una caffetteria interna del campus ferendo almeno quattro persone. Brent Andrew, portavoce del San Francisco General Hospital, ha descritto le condizioni di tre dei quattro pazienti ricoverati: si tratta di un uomo di 36 anni in “condizioni critiche”, di una donna di 32 anni in “condizioni serie” e di un’altra donna, di 27 anni, “in condizioni discrete”. Le indagini non hanno ancora chiarito ufficialmente il movente della sparatoria. Esclusa l’ipotesi terrorismo, la polizia avrebbe parlato di una pista privata. Secondo quanto riferiscono i media americani, la donna avrebbe voluto colpire il fidanzato. Diversa la versione rilasciata dal padre al Bay Area News Group, secondo il quale la figlia era arrabbiata con la compagnia perché aveva smesso di pagarla per i video che postava sulla piattaforma.

Adnkronos