Taormina, aggressioni e atti vandalici al Sirina: chiesta l’istallazione di un sistema di videosorveglianza

Sirina di Taormina, la Uil-Fpl chiede l’istallazione di un sistema di videosorveglianza dopo atti vandalici e aggressioni verbali al personale

Con una nota inviata al Commissario straordinario dell’Asp, Gaetano Sirna, a firma di Pippo Calapai e Giovanni Caminiti, rispettivamente segretario generale e segretario aziendale della Uil-Fpl, il sindacato chiede l’istallazione di un sistema di videosorveglianza al Pronto Soccorso dell’ospedale Sirina di Taormina, dopo gli atti vandalici e le aggressioni subite dal personale. “La scrivente organizzazione sindacale – si legge nella nota – denuncia che presso il Presidio Ospedaliero di Taormina si verificano con frequenza sempre maggiore danni da atti vandalici a cose e automezzi del personale allocati nei parcheggi riservati , nonché  aggressioni verbali e fisiche nei confronti del personale sanitario del Pronto Soccorso, con gravi rischi anche per l’utenza. Tali episodi di violenza arrecano grave stress psico-fisico agli operatori compromettendone la salute e la sicurezza e non sono più tollerabili. Pertanto, in considerazione dell’approssimarsi della stagione estiva, la scrivente organizzazione sindacale chiede un immediato intervento al fine di attivare un sistema di video sorveglianza interno ed esterno alla sala di attesa del Pronto Soccorso, e al parcheggio custodito destinato al personale in servizio, eventualmente collegato con le forze di polizia,  valutando anche l’attivazione di un servizio di sorveglianza privata nelle ore a maggior rischio di afflusso dell’utenza, utile tutto l’anno ma soprattutto, alla luce degli episodi denunciati,  necessario nel  periodo che va da maggio a ottobre, al fine di garantire sicurezza ad utenti ed operatori”.