Sicilia: redditi Ars, dalla stacanovista politica alla grillina al primo lavoro (2)

(AdnKronos) – “L’ho creata partendo da zero, oggi è ramificata in 78 province e 18 regione con oltre mille sportelli e circa 650 dipendenti”. Un bel risultato per il parlamentare che adesso punta alla poltrona di sindaco di Messina alle prossime amministrative. “Prediligo l’attività sul territorio a quella parlamentare – dice -, la mia passione vera è amministrare”. E a dimostrarlo c’è il suo curriculum: otto anni sindaco di Fiumedinisi e 5 anni di Santa Teresa Riva. “Sono stato il consigliere comunale più giovane d’Italia” dice con orgoglio, spiegando che il suo impegno in politica è iniziato a 14 anni (“mi sono iscritto ai pulcini della Democrazia cristiana e sono diventato l’attacchino ufficiale della sezione DC di Fiumedinisi”.
Decisamente più recente è invece la ‘folgorazione’ per la politica di Elena Pagana, la parlamentare del M5s che nella speciale classifica dei parlamentari più ricchi occupa l’ultimo posto. Merito del reddito pari a zero dichiarato nel 2007. Un primato che condivide con un’altra inquilina di Palazzo dei Normanni, anche lei pentastellata, Jose Marano. Il motivo? “Semplice, non ho fatto nessuna dichiarazione dei redditi” perché prima di entrare a Sala d’Ercole la giovane 26enne originaria di Troina, nell’Ennese, non ha svolto attività lavorativa. “Ero a carico dei miei genitori – dice all’Adnkronos -. Mi sono laureata in Giurisprudenza alla Kore di Enna lo scorso ottobre, appena 15 giorni prima delle elezioni”. In famiglia nessuna carriera politica. “Mia madre è un’insegnante e mio padre un artigiano” dice la giovane parlamentare attivista del M5s a Troina da circa tre anni. Nel suo curriculum le battaglie sulla viabilità nella provincia di Enna, contro la discarica di rifiuti speciali di Agira e contro le trivellazioni e per il no al Referendum costituzionale.

Adnkronos