Scopelliti in carcere, il Pd di Falcomatà adesso gode: “avevamo ragione, un Sindaco deve essere totalmente dedito ai valori della legalità”

La nota del Pd Calabria sulla condanna all’ex governatore Giuseppe Scopelliti

L’epilogo giudiziario del caso Fallara, con la condanna in Cassazione di Giuseppe Scopelliti e la contestuale applicazione della pena detentiva certifica in modo definitivo la stagione buia che Reggio Calabria è stata costretta a vivere e che per anni è stata denunciata, spesso in solitudine, dal Pd all’interno del Consiglio comunale della città dello Stretto grazie in particolare ai due consiglieri Sebi Romeo e Demetrio Naccari Carlizzi, i quali all’epoca hanno presentato un dettagliato esposto in Procura e sono stati testimoni chiave nel processo”. Così in una nota il Pd Calabria. ”Oggi arriva, però, una pietra tombale -prosegue la nota- il giudizio terzo della magistratura che inchioda un intero sistema politico alle proprie responsabilità e ne condanna, senza possibilità di dubbio alcuno, un disinvolto e spregiudicato modo di agire pubblico, un perverso e opaco rapporto con il potere. Per molto tempo, di fronte alle nostre ostinate denunce, ci è stato risposto che Reggio Calabria era diventata la nuova capitale del benessere e che il Pd dall’opposizione portava avanti battaglie politiche di retroguardia o, peggio ancora, di ostilità alla comunità reggina”. ‘Invece, i fatti sono ostinati e oggi ci dicono che eravamo dalla parte giusta. Ci auguriamo, a questo punto, che questa vicenda, nel suo carico di gravità, possa essere d’insegnamento e disseminare in tutte le articolazioni della società calabrese e reggina in particolare i necessari anticorpi per un impegno e una dedizione totali ai valori della legalità e della corretta amministrazione”, conclude.