San Pier Niceto: disposto accertamento ispettivo per la concessione edilizia a Mare Pulito

San Pier Niceto: disposto accertamento ispettivo per la realizzazione dell’impianto di stoccaggio e recupero idrocarburi alla ditta Mare Pulito srl

A seguito delle ripetute segnalazioni dell’Associazione Mediterranea per la Natura Onlus, il Dirigente Generale del Dipartimento Regionale dell’Urbanistica ha disposto un accertamento ispettivo al Comune di San Pier Niceto per il rilascio della Concessione Edilizia n. 4/2016 alla ditta Mare Pulito srl per la realizzazione di un impianto di stoccaggio e recupero idrocarburi mediante processo di decantazione di acque di sentina e rifiuto oli esausti da natanti. L’Associazione Mediterranea per la Natura Onlus- si legge in una nota trasmessa da Man Onlus- ritiene che il Piano Regolatore Generale Consortile dell’Area ASI prevede solo impianti di acquacoltura e/o cantieristica navale da diporto, cosa ben diversa rispetto al progetto autorizzato alla Marte Pulito srl. L’Associazione- prosegue- lamenta inoltre la mancata acquisizione della deroga al divieto di edificabilità vigente per legge nel territorio in questione ed è lo stesso PRG Consortile a prevedere l’obbligo della deroga per la realizzazione di costruzioni nella fascia protetta dei 150 metri dal mare, come in questo caso.  L’Associazione- continua la nota- aveva segnalato nella primavera scorsa quanto sopra e il Dipartimento dell’Urbanistica era prontamente intervento per chiedere chiarimenti, sia al Comune di San Pier Niceto sia al Consorzio ASI. Le risposte ottenute però non sono state ritenute congrue dal Dipartimento dell’Urbanistica che ha ritenuto necessario effettuare un accertamento ispettivo. Il progetto Mare Pulito- conclude- è anche privo della Valutazione di Impatto Ambientale, obbligatoria ope legis per il tipo di impianto che si intende realizzare. L’Associazione si è costituita nei due giudizi pendenti presso il Tribunale Amministrativo Regionale di Catania.