Rodia, Biancuzzo scrive al Prefetto: “Riaprite il distributore di benzina sulla statale”

Il consigliere Biancuzzo scrive al Prefetto per la riapertura del distributore carburante lungo la strada statale a Rodia

E’ trascorso un anno dalla chiusura dell’impianto carburante sito sulla strada statale 113/dir Rodia Comune di Messina e i cittadini residenti nel lungo tratto della VI Municipalità compresi i villaggi collinari da Gesso a Faro Superiore e i villaggi rivieraschi da Orto Liuzzo fino all’Ospedale Papardo continuano a sottoscrivere petizioni per richiedere la riapertura del rifornimento di carburante. “Si verifica spesso che– scrive il consigliere Mario Biancuzzo- di notte e durante le ore diurne non possono usufruire di un rifornimento in caso di necessità ed emergenze.  Tale impianto per l’ubicazione– continua Biancuzzo- è stato sempre  strategico e gestito con alta professionalità ed onestà in oltre 60anni di servizi dati ai residenti, automobilisti numerosi in transito ed ai villeggianti che nel periodo estivo superano i 20mila che affollano i nostri villaggi che si affacciano sul bellissimo mare tirrenico fronte Isole Eolie“.

L’impianto sito a Rodia- precisa il consigliere- risulta a norma con un fronte strada superiore a metri lineari 60 che forse altri impianti non hanno ed è stato anche munito di impianto “Fai da Te” con decreto regionale nell’anno 2000. Inoltre nell’anno 2015 l’impianto è stato ristrutturato totalmente interessando i serbatoi e la relativa tubazione per eliminare qualsiasi forma di inquinamento ed è stato installato un depuratore per la raccolta delle acque di prima pioggia. Pertanto- sostiene il consigliere- l’impianto soddisfa tutte le norme ambientali.  Biancuzzo chiede dunque al Prefetto e alla Kuwai Petroleum Italia S.p.a. la riapertura del rifornimento “anche in maniera selfizzata per garantire a tutti gli automobilisti un servizio indispensabile per un vivere civile”.