Reggio Calabria: riammessi i 112 lavoratori ex multiservizi sospesi [FOTO e INTERVISTE]

  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
/

Reggio Calabria: già da oggi i 112 lavoratori ex multiservizi tornano ufficialmente in servizio

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Stamani a palazzo San Giorgio, presso la Sala del Consiglio Comunale di Reggio Calabria, sono stati convocati i 112 lavoratori riammessi nel bacino regionale calabrese. Dopo 1500 di attesa, i lavoratori ex multiservizi che avevano perso il lavoro sono stati riammessi e andranno a rinforzare la macchina amministrativa comunale. I lavoratori ritireranno il badge e saranno già da oggi ufficialmente in servizio, per utilizzo di pubblica utilità, assegnati alcuni per svolgere attività tecnica e manutentoria dell’ambiente (manutenzione parchi, cimiteri e stradale) ed altri per attività parascolastica.

Un iniziativa regionale, con la approvazione della legge 31, in sinergia con il Sindaco Falcomatà che permette il reintegro nel bacino regionale, dei lavoratori Lsu-Lpu licenziati da società sciolte per mafia, come la ex Multiservizi, che non solo avevano perso il proprio posto di lavoro ma che erano anche rimasti privi delle tutele previste dalla legge per i lavoratori socialmente utili e di pubblica utilità. Questa operazione sarà finanziata dalla Regione Calabria per la cifra di 1.300.000 euro per il 2018.