Reggio Calabria, processo “Gotha”: Cassazione annulla anche l’ultima accusa per Paolo Romeo, adesso sarà scarcerato [DETTAGLI]

Annullata l’ordinanza di custodia cautelare per l’Avv. Paolo Romeo

Gli avvocati Carlo Morace e Fabio Cutrupi, difensori dell’avvocato Paolo Romeo, certi che si provvederà a dare alla notizia lo stesso rilievo mediatico finora dedicato alla vicenda processuale, comunicano che la Sesta Sezione della Corte di Cassazione ha annullato senza rinvio la misura cautelare per il reato di associazione mafiosa emessa dal Gip di Reggio Calabria nel processo “Gotha” nei confronti del loro assistito e ne ha disposto la scarcerazione se non detenuto per altro. L’accusa, mossa a Paolo Romeo, di essere al vertice di una struttura segreta apicale della ‘ndrangheta, ha visto un primo annullamento con rinvio della Cassazione, al quale ha fatto seguito l’odierna bocciatura. L’annullamento senza rinvio interviene dopo che nei giorni scorsi analogo provvedimento aveva riguardato il delitto di associazione segreta (violazione della legge Anselmi) aggravata, sempre contestato nel processo “Gotha” in corso di celebrazione a Reggio Calabria. L’avvocato Romeo è in carcere da due anni. A breve i difensori presenteranno istanza di scarcerazione in relazione all’unico delitto per il quale permane la custodia cautelare, ossia una turbativa d’asta aggravata commessa nel 2013.