fbpx

Reggio Calabria, Festa della Liberazione e 70º della Costituzione: il programma del 25 aprile

/

Il 25 Aprile 2018 la Festa della Liberazione coincide con il 70° Anniversario dell’entrata in vigore della nostra Carta Costituzionale, a Reggio Calabria tanti eventi in programma per l’importante ricorrenza

La Festa della Liberazione, fatta coincidere dalle nostre istituzioni repubblicane con il 25 aprile, ricorre quest’anno in coincidenza con il settantesimo anno dell’entrata in vigore della nostra Carta Costituzionale: l’antifascismo, la Resistenza contro la guerra e la dittatura e la Costituzione sono le ragioni fondanti della Festa del 25 aprile, che rappresenta, per l’ANPI e per tutti gli antifascisti, la Festa più importante alla quale invitiamo tutti a partecipare, in particolare gli studenti ed i giovani che non sempre sono pienamente consapevoli del significato e dell’importanza del 25 aprile. La Festa 2018 presenta anche quest’anno numerosi segni di continuità con la storia reggina degli ultimi decenni del novecento che intendiamo sottolineare:

  • la CORRIREGGIO, gara podistica nata nel 1983 da un’iniziativa della LegAmbiente ancorata al 25 aprile, giunta attraverso grandi successi alla 36^ edizione;
  • la scelta delle prime istituzioni comunali post-fascismo che decisero di collocare all’interno della Villa Comunale la “Stele del Partigiano”;
  • la scelta del Sindaco Italo Falcomatà di restituire alla città di Reggio Calabria la Festa della Liberazione e di collocarla all’interno della Villa Comunale, per rendere omaggio alla Stele e quindi alla Resistenza antifascista, che restituì la dignità all’Italia intera.

Non soltanto elementi di continuità, ma anche numerose e importanti novità caratterizzeranno quest’anno la Festa della Liberazione giunta al settimo anno, da quando l’ANPI, da pochi mesi costituita a Reggio, la organizzò per il 25 aprile del 2011, in sinergia con il Prefetto di Reggio Calabria, Giuseppe Piscitelli. Queste le novità fondamentali della Festa di quest’anno:

  • la costituzione del “Coordinamento provinciale antifascista e antirazzista”, promosso dall’ANPI sulla base del documento nazionale “Mai più fascismi”, che vede unite insieme per la prima volta a Reggio Calabria 16 organizzazioni, tra cui l’Associazione dei partigiani;
  • la disponibilità dell’ ATAM di Reggio Calabria che quest’anno contribuisce al successo del 25 aprile, realizzando la ” staffetta partigiana”, ormai consueta, che collegherà la linea di partenza della CORRIREGGIO con la Stele del Partigiano mediante il bus turistico sul quale prenderanno posto numerosi gruppi musicali e Francesca Prestia, cantautrice e cantastorie di Catanzaro (l’ATAM conclude così l’iniziativa “MUSIC ON THE BUS”);
  • la presenza di Raniero La Valle, che ha accettato l’invito rivoltogli per l’intervento centrale e conclusivo della Festa, per sottolineare i valori fondamentali della nostra Costituzione ed in particolare il “ripudio della guerra”, nel momento in cui la GUERRA è tornata di attualità e le organizzazioni internazionali, progettate alla fine della seconda guerra mondiale per cancellare la GUERRA dalla storia e costituire l’unica sede istituzionale per dirimere le controversie tra gli stati, tacciono o sono del tutto impotenti.

L’appello dell’ANPI e del “Coordinamento provinciale antifascista ed antirazzista” è stato condiviso ed accolto dal Comune di Reggio di Calabria, dalla Città Metropolitana e dalla Regione Calabria con la concessione del “patrocinio morale”. Questo 25 Aprile a Reggio Calabria deve costituire un evento di rilievo nazionale, per la realizzazione della Costituzione e quindi contro la GUERRA. L’ANPI e il “Coordinamento provinciale antifascista e antirazzista” fanno appello a tutti i cittadini e a tutte le Istituzioni affinché l’omaggio alla Stele del Partigiano ed alla nostra Costituzione sia più forte e più partecipato di quanto sia finora accaduto.