Reggio Calabria, cordoglio di Falcomatà per i due operai morti a Crotone: “Sicurezza sul lavoro sia priorità”

giuseppe falcomatà sindaco reggio calabria Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Il cordoglio del sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà per le due vittime del lavoro a Crotone: “Non possiamo continuare a contare i morti, sicurezza sul lavoro sia una priorità”

giuseppe falcomatà sindaco reggio calabria

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

“Nel giorno del lutto cittadino decretato dal sindaco di Crotone Ugo Pugliese, dopo la tragica scomparsa dei due operai Dragos Petru Chiriac e Pino Greco in seguito al crollo di un muro di contenimento nel cantiere del lungomare, intendo esprimere, a nome mio e  dell’Amministrazione comunale e metropolitana di Reggio Calabria, sentimenti di cordoglio e vicinanza alle famiglie delle due vittime ed all’intera comunità crotonese”. Lo dichiara il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà commentando la tragica scomparsa dei due operai della ditta CrotoneScavi che stavano operando all’interno del cantiere di ampliamento del lungomare su viale Magna Grecia. Ancora una volta ci troviamo di fronte ad una tragedia immane – ha commentato il sindaco Falcomatà  – che si aggiunge alla lunga schiera di vittime, più di 150 dall’inizio dell’anno, che hanno perso la vita a seguito di incidenti sul lavoro. Padri di famiglia, spesso molto giovani, lavoratori onesti che rischiano la vita quotidianamente. Ritengo che quello della sicurezza e della tutela dei diritti dei lavoratori debba essere una priorità per l’agenda politica, non solo a livello nazionale”. “Non possiamo continuare a contare i morti – ha aggiunto il primo Cittadino – i dati raccolti dall’Ispettorato del Lavoro a Reggio Calabria evidenziano che nella stragrande maggioranza dei casi sono state riscontrate irregolarità nei controlli relativi alla manodopera. La sicurezza sul lavoro è una battaglia di civiltà sulla quale ognuno deve fare la sua parte. Non è possibile che i lavoratori debbano continuare a rischiare la vita per portare un pezzo di pane a casa”.