Reggio Calabria, Falcomatà scatenato dopo il Consiglio Comunale su Scopelliti, “Modello Reggio”, Aeroporto e molto altro [VIDEO INTERVISTE]

  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
/

Reggio Calabria, Falcomatà parla a 360° dopo il consiglio comunale di stamattina: ecco le sue dichiarazioni

Questa mattina al termine del consiglio comunale odierno, convocato nella sala adunanze di Palazzo San Giorgio a Reggio Calabria, avente ad oggetto tra l’altro l’approvazione del dup e del bilancio di previsione 2018-20, il sindaco Giuseppe Falcomatà è intervenuto a conclusione del consiglio dando importanti comunicazioni. “La città non può avere la memoria corta – ha affermato il sindaco – oltre 240 milioni di debito che hanno impedito di fare attività che non sono essenziali e vincola il mantenimento dei tributi al massimo possibile. E’ evidente che per la gestione fallimentare del “Modello Reggio” non può pagare solo una persona ma la responsabilità deve essere anche di chi aveva “pezzi” di responsabilità della cosa pubblica con atteggiamento omissivo o complice”. 

Sulle dichiarazioni del Presidente di Sacal, suscita incredulità il fatto che si continui a rimarcare il fatto che la città metropolitana non ha acquistato le quote di Sacal nonostante ci fosse un parere negativo da parte dell’organo contabile poichè le normative vigenti non lo consentono. Appare strano che l’invito ad entrare in Sacal e quindi a violare le normative sia avvenuto da una persona che nella sua vita lo Stato lo ha rappresentato.

Una novità importante è che nelle prossime settimane verranno assegnate nuove deleghe ad un nuovo assessore, non interno all’amministrazione e sarà una donna in base alla legge Del Rio che impone il 40% di presenza femminile nelle giunte.

Sull’agenzia delle Dogane, Ministero dell’Economia e delle Finanze ha comunicato che il ministro Padoan “ha inteso sospendere lo spostamento dell’agenzia delle Dogane presso Catanzaro, si tratta di verificare quale è oggi la città calabrese con il traffico doganale più ampio, abbiamo vinto una battaglia ma continueremo ad essere vigili sulla vicenda“. Ecco tutti i video con le sue dichiarazioni: