Reggio Calabria: alle studentesse del De Amicis il terzo premio “legalità e cultura dell’etica”

Il gruppo di quattro studentesse dell’Istituto Comprensivo De Amicis Melito Bagaladi San Lorenzo ha vinto il terzo premio nazionale nell’ambito della sezione “manifesto”

L’illegalità ambientale danno per la società civile. Aria, Acqua, Suolo beni comuni: proteggerli significa proteggere il nostro futuro: questo il tema del concorso nazionale “Legalità e cultura dell’etica” Promosso dalla Commissione Interdistrettuale Rotary International su cui far riflettere gli studenti delle scuole medie inferiori e superiori. Il Forum ha inizialmente raccolto testimonianze da persone estremamente autorevoli e particolarmente critiche sull’andamento della salute del nostro pianeta: ing. Antonino Morabito del Comitato Scientifico Legambiente, il Dott. Giuseppe Antoci, ex-Presidente del Parco dei Nebrodi, l’ing.Antonio Venditti, in rappresentanza del Ministero dell’Ambiente e Tutela del Territorio, con il coordinamento di Giuseppe Marchetti, giornalista e direttore editoriale, e di Roberto Giacobbo vice-direttore di Rai-due. Successivamente, si è svolta la premiazione degli studenti che sono risultati vincitori del concorso.

Con grande soddisfazione un gruppo di quattro studentesse dell’Istituto Comprensivo De Amicis Melito Bagaladi San Lorenzo, classe I D, Mariacarla Iannolo, Giorgia Scopelliti, Melissa Tomasello, Navneet Singhha vinto il terzo premio nazionale nell’ambito della sezione “manifesto”, rendendo in modo sintetico e immediato il valore del rispetto della natura che, pur se inquinata e aggredita dalla mano dell’uomo, da questa stessa ha bisogno di essere protetta. A condividere la soddisfazione delle studentesse, per il premio ricevuto erano presenti il Presidente del Rotary Club Reggio Calabria Est, Alessia Logorelli, che ha promosso anche quest’anno l’iniziativa presso le scuole ricadenti nel territorio d’azione del club; la docente referente dell’Istituto Comprensivo Mariella Noce, in rappresentanza della Dirigente Antonella Borello.  Per la seconda volta, l’Istituto melitese ha ricevuto un prestigioso riconoscimento nazionale che fa onore al Club Rotariano padrino, ma, in special modo, alla scuola ed alla creatività e alla sensibilità delle giovani studentesse che si sono cimentate con serietà ad approfondire un tema così delicato, come l’illegalità ambientale in tutte le sue molteplici forme.