Reggio Calabria, arrestato imprenditore agricolo: era in possesso di arma clandestina [NOME, FOTO e DETTAGLI]

/

Reggio Calabria, arrestato imprenditore di 40 anni nella Piana: nome e dettagli

Nella mattinata di mercoledì 18 Aprile, i Carabinieri della Compagnia di Taurianova e quelli dello Squadrone “Cacciatori”, nel corso di un servizio perlustrativo, hanno arrestato Giovanni Noto, 40enne di Molochio, imprenditore agricolo, per possesso di arma clandestina.
In particolare, i militari dell’Arma hanno svolto una perquisizione in un terreno e nei pertinenti fabbricati in località Giardino Grande di Molochio e in uso all’arrestato, ed hanno rinvenuto, abilmente occultato sotto un vetusto sedile di automobile, un fucile semiautomatico marca Beretta cal. 12 con matricola abrasa, in ottimo stato di manutenzione e conservazione. L’arma è stata sottoposta a sequestro, in attesa dei successivi accertamenti tecnici.
Nel corso delle stesse operazioni, inoltre, é stato individuato un punto di raccolta delle acque reflue di vegetazione, derivanti dal processo di molitura delle olive di un frantoio di proprietà del Noto, nonché un ovile e una stalla ove l’uomo allevava undici cinghiali – dei quali è vietata la detenzione – ventisette capi di ovini/caprini e due equini, tutti privi di tracciabilità e identificazione. Con il successivo intervento dei Carabinieri Forestali e di personale veterinario, l’uomo è stato quindi denunciato all’Autorità Giudiziaria anche per smaltimento illecito di rifiuti e detenzione di animali pericolosi, e sanzionato per la mancata tracciabilità degli animali.
I capi sono stati posti sotto sequestro sanitario in attesa dei provvedimenti dell’Azienda Sanitaria Provinciale.
L’arrestato al termine delle formalità di rito è stato ristretto agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Imprenditore agricolo arrestato a Reggio Calabria: disposta la remissione in libertà

Questo slideshow richiede JavaScript.