Reggio Calabria, iniziativa Aism: il grande cuore degli artisti calabresi e siciliani ha fatto centro

Lo spettacolo promosso dall’Aism di Reggio Calabria per la raccolta fondi destinati alla ricerca, ha visto esibirsi sul palco del teatro Zanotti Bianco artisti calabresi e siciliani uniti per una giusta causa; grande successo e  partecipazione dei cittadini

Il Teatro Zanotti Bianco, lo scorso sabato, ha registrato il sold out, grazie alla meravigliosa partecipazione dei cittadini reggini, e non solo, contribuendo, con una sostanziosa raccolta fondi in favore dell’Aism, Associazione Italiana Sclerosi Multipla sez RC, ad avviare nella bellissima struttura di via Rosignoli ad Archi, due progetti: quello di una palestra yoga per i pazienti affetti da questa terribile malattia e quello di attivare uno sportello di supporto psicologico per i pazienti ed i familiari. La serata, patrocinata dal Comune di Reggio Calabria, organizzata da Associazione Incontriamoci Sempre, Accademia del Tempo Libero, Elca Sound, Sicilia e Dintorni, Zampognari di Cardeto con la collaborazione di APAR (Associazione Pasticceri Artigiani Reggini) e GM Service ha visto alternarsi sul palco artisti di altissimo livello, che hanno entusiasmato la platea, grazie alla grande professionalità artistica. Si sono alternati (in ordine di uscita):
– Sicilia e Dintorni (in questa formazione: Carmelo Giusi, voce; Maurizio Caputo, voce e tamburello; Arianna Sinafra, tamburello; Salvatore Vinci, “ciaramedda”; Demetrio Chiato, chitarra, Pippo Palana, fisarmonica, organetto e voce; Lillo Salemme, voce e percussioni; Giovanni Bombaci, voce);
– Peppe Larizza (con Angelica Rinaldi);
– Giulia Scarcella
– Progetto Tarantella (Fortunato Stillittano, organetto, voce e tamburello; Valentina Donato, Organetto e Tamburello; Alessandro Martino, Voce e Fisarmonica; Sandro Sabato, Tamburello; Simonetta Santoro, Chitarra Battente e Cori)
– Diego Pizzimenti (con Anna Maria Cento)
– Aurelio Mandica
– Mimmo Cavallaro, con Gabriele Albanese e Andrea Simonetta
– Giovanna Scarfò, con Alfredo Verdini alle percussioni e Bruno Pugliese alla chitarra
– Turi Rugolo
– Luca Scorziello
– Marinella Rodà, accompagnata da Alessandro Calcaramo alla chitarra e Luca Scorziello alle percussioni
– Tony Canto, accompagnato da Luca Scorziello alle percussioni
– Zampognari di Cardeto
La serata, presentata con grande professionalità da Giovanna Scarfò e Marco Mauro, si è aperta con un omaggio al grande Fabrizio Frizzi e con il messaggio di Pino Strati, Presidente dell’Associazione Incontriamoci Sempre, dedicato alla causa: ” Le malattie non hanno solo il nome scientifico, hanno un nome ed un cognome: quello delle persone che le affrontano, giorno dopo giorno, e dei loro familiari, quasi sempre costretti a trovare forze che neanche loro sapevano di avere. Nessuno di noi è avulso, sono intorno a noi, accanto a noi, più grandi di noi. Abbiamo una sola arma: combattere uniti. Io lo faccio per loro, gli Artisti lo fanno per loro, le Associazioni e le Aziende lo fanno per loro…fatelo anche voi!”.