Reggio Calabria: standing ovation per l’Abecedario dell’alimentazione

abecedario tiroide

Standing ovation per l’Abecedario dell’alimentazione. Tanti applausi per il dr. Domenico Tromba in occasione della presentazione del volumetto

abecedario tiroideSalone di Palazzo Corrado Alvaro gremito in ogni ordine di posto per la prima ufficiale de “L’abecedario dell’alimentazione” il volume firmato dal Dr. Domenico Tromba, specialista endocrinologo presso l’Asp di Reggio Calabria, Consigliere dell’Ordine dei Medici, membro del Cda dell’Università di Messina ma soprattutto, da decenni, in prima linea nelle campagne di prevenzione. La presentazione del volume si è avvalsa del patrocinio della Città Metropolitana, del Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci”, dell’Ordine dei Medici di Reggio Calabria e dell’Ammi ed è stata allietata dalle note di Giuditta Canale e della sua allieva, Maria Adelaide Pensabene che si sono esibite all’arpa.  “L’abecedario dell’alimentazione” segue di qualche anno quello sulla tiroide e conferma la grande vena comunicativa del medico-scrittore che, con un linguaggio semplice e scorrevole, è riuscito, ancora una volta, a mettere alla portata di tutti dei preziosi consigli per un sano stile di vita. Numeroso il pubblico accorso presso i saloni di Palazzo “Corrado Alvaro”, un parterre gremito che ha ascoltato le “pillole” sull’alimentazione “somministrate” dall’autore che, con lo stesso linguaggio semplice ed accessibile che caratterizza l’opera, ha illustrato alla platea. I presenti hanno potuto apprezzare sia la semplicità delle spiegazioni sia la completezza delle stesse e ciò grazie alla professionalità ed alla competenza dell’autore che, nel suo intervento, ha delucidato la platea con alcune slide. “Già Aristotele – ha spiegato il Dr Domenico Tromba – credeva che la letteratura potesse guarire le persone e gli antichi romani riconobbero l’esistenza di un rapporto tra medicina e lettura. Oggi la biblioterapia è intesa in vari modi: come terapia, come strumento per risolvere i problemi, come confronto con altre esperienze. Io preferisco pensare ai libri come occasione di crescita personale e con l’abecedario dell’alimentazione vedo questa “crescita” come un’importante arma di prevenzione”.

“Lo stato di salute delle popolazioni del pianeta, sia ricche che povere – ha spiegato l’autore – è fortemente influenzato dal livello e dalla qualità della nutrizione. A tal proposito la presentazione dell’abecedario dell’alimentazione rappresenta un momento assai significativo per la società e per la sanità e, in particolare, per la prevenzione nella sanità. E’, infatti, mia ferma convinzione che non ci può essere prevenzione senza informazione”. “Una dieta corretta – ha aggiunto l’autore dell’abecedario – è un validissimo strumento di prevenzione per molte malattie così come mezzo di gestione e trattamento in molte altre. Secondo l’Oms, ad esempio, sono quasi 3 milioni le vite che si potrebbero salvare ogni anno nel mondo grazie ad un consumo sufficiente di frutta e verdura fresca. Solo in Italia, sono circa 50 mila i decessi attribuibili alla cattiva alimentazione. Inoltre, nel Bel Paese vantiamo anche il poco invidiabile record europeo di piccoli obesi con un bambino su quattro che si trova in questa condizione”. L’autore dichiara che, forse, è stato proprio questo record a stimolare l’emanazione di una legge a tutela degli obesi. “L’aspetto più importante di questa legge – ha proseguito il dr. Domenico Tromba – sta nel riconoscimento dell’obesità come patologia sociale. La proporzione dei tipi di alimenti e la qualità dei cibi che mangiamo sono alla base di uno sviluppo sia fisico che mentale”.