Le recensioni sono veramente affidabili?

Ormai è abitudine del consumatore, prima di organizzare un viaggio, prima di recarsi in un determinato ristorante o prima di scegliere un determinato hotel, di consultare le recensioni che si trovano online

Sono molti, e sempre più, ad essere preoccupati per le recensioni online false, una pratica ormai sempre più diffusa. Frequente è trovarsi di fronte ad una di queste recensioni nel caso di ristoranti ed hotel.

Ormai è abitudine del consumatore, prima di organizzare un viaggio, prima di recarsi in un determinato ristorante o prima di scegliere un determinato hotel, di consultare le recensioni che si trovano online. Arriva addirittura al 72% la percentuale di persone che si affida di più alle recensioni online degli sconosciuti rispetto a quelle di amici ed il 65% dichiara di leggere dalle 2 alle 10 recensioni prima di fidarsi di un’attività. Per questi motivi le aziende vogliono essere sicure di ricevere feedback positivi anche per risultare maggiormente competitive sul mercato, considerata anche la percentuale – 22% – di consumatori che decide di abbandonare l’acquisto – o la visita – anche per un singolo giudizio negativo.

Diventa quindi necessario riuscire a capire quando ci troviamo di fronte a recensioni false e quando invece queste sono veritiere – sia nel caso di feedback positivo che negativo.

I consigli per smascherare le recensioni false

Nel caso di ricerche su portali internazionali esiste un sito apposito che si dedica appunto a smascherare le recensioni false, questo è Fakespot. La valutazione di questo programma va dalla A – valutazione migliore – alla F – la peggiore. Fakespot funziona, per ora, solamente nel caso di Stati Uniti, Inghilterra, Canada, Australia ed India. Ci sono nuovi portali che stanno nascendo, anche in Italia, per la verifica della veridicità delle recensioni, ma ancora siamo in una fase iniziale.

Vediamo quindi quali sono i trucchi per controllare un sito con recensioni affidabili nel caso in cui non potessimo usare nessuno di questi strumenti:

– Tenere in conto la lunghezza della recensione ed il tono di voce, normalmente infatti, le recensioni false sono molto brevi e molto vaghe e non parlano nello specifico del prodotto/servizio, ma sono molto generiche; del tipo che con “copia e incolla” potrebbero essere utilizzate per diversi prodotti/servizi;

– Utilizzo del linguaggio emozionale, cioè nelle recensioni false solitamente il linguaggio è esagerato ed assoluto, sia in senso positivo che negativo. Ad esempio, i prodotti possono essere meravigliosi, ideali per tutti, ecc. oppure pessimi, deludenti, ecc.

– Controllare il profilo dell’utente: se l’utente non è molto attivo e recensisce solamente una particolare nicchia di prodotti, allora questo potrebbe essere falso. Inoltre, se l’utente si firma con nome e cognome, una breve ricerca – magari nei social network – potrebbe già farci capire se questo è veritiero o no. Altra mossa, nel caso in cui venga utilizzata una foto profilo, è di cercarla in Google ricerca immagini e capire se è veritiera o no.

– Guardare le date: se tutte le recensioni sono state redatte nello stesso periodo di tempo, la probabilità che l’utente sia falso è alta.

– Verificare che il fine sia quello di aiutare gli altri utenti e non sia solo a scopo puramente promozionale e commerciale.

Le recensioni verificate

Ci sono portali che hanno deciso di trovare una propria strada per garantire la veridicità delle proprie recensioni, Expedia è uno di questi; è possibile infatti scrivere una recensione su un determinato hotel solamente nel caso in cui si abbia prenotato dal portale e si abbia effettivamente soggiornato presso la struttura.

Solo in questo caso infatti si riceve un link nella propria casella di posta elettronica per poter scrivere un feedback. Inoltre, ogni recensione viene letta prima di essere pubblicata online. Questo sistema rappresenta un costo, certamente, ma così si può garantire – almeno nella maggior parte dei casi – che le recensioni siano davvero realistiche.

Le recensioni sono fondamentali nel processo decisionale di un consumatore e possono influenzare le scelte d’acquisto. Per questo è importante prendere esempio da Expedia e pensare ad investire in questo senso.