Previsioni Meteo, persiste la lunga “sciroccata” di Aprile: tanta sabbia del Sahara in Calabria e Sicilia

Previsioni Meteo, il punto della situazione: altri 4 giorni di scirocco con forte maltempo al Nord e tanta neve sulle Alpi, sabbia del Sahara al Sud. Poi autentica svolta primaverile: ecco cosa succederà

Previsioni Meteo– Soffia ininterrottamente lo scirocco sull’Italia: è la lunga “sciroccata” di questo mese di Aprile, caratterizzato da temperature superiori alle medie del periodo sin dall’inizio del mese, ma anche da forte maltempo sulle Regioni del Nord e del Centro. Nella giornata di Mercoledì 11 Aprile abbiamo avuto ben +24°C a Napoli, Palermo, Salerno, Caserta e Benevento, +23°C a Catania, Trapani e Guidonia, +21°C a Roma, Bari, Latina e Lecce. Caldo anche al Nord/Est con +20°C a Udine e Gorizia, +19°C a Pordenone e Merano, +18°C a Padova e Vicenza; situazione completamente differente al Nord/Ovest dove piove senza sosta da molte ore e la colonnina di mercurio non ha superato i +13°C a Milano, i +12°C a Genova e addirittura i +10°C a Torino. Nelle prossime ore il maltempo si intensificherà sensibilmente su tutto il Nord, per l’avvicinamento della perturbazione posizionata tra le coste della Catalogna e le isole Baleari, in avvicinamento sull’Italia settentrionale. Tanta neve in arrivo sulle Alpi oltre i 1.400/1.500 metri di altitudine.

Situazione molto differente invece al Sud, dove il cielo è sporcato da ingenti quantità di sabbia del deserto del Sahara proveniente dal vicino Nord Africa. Anche Giovedì 12 Aprile avremo clima mite e variabile, con nubi sparse e qualche piovasco di pioggia mista a polvere desertica. Le temperature rimarranno elevate con picchi di oltre +22/+23°C soprattutto in Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia, mentre diminuiranno lievemente tra Lazio e Campania specie nel pomeriggio/sera quando arriverà anche un po’ di pioggia sui settori del medio Tirreno.

Lo scirocco persisterà sull’Italia anche nel weekend, quando proprio tra Sabato 14 e Domenica 15 Aprile una nuova perturbazione (stavolta Afro/Mediterranea) si avvicinerà al nostro Paese da sud/ovest provocando ancora forti piogge al Nord, ma anche venti intensi e un’altra forte sciroccata al Sud, con tantissima sabbia del Sahara che andrà a rendere particolarmente suggestiva l’atmosfera nelle Regioni meridionali.

La situazione, però, cambierà completamente la prossima settimana: una vera e propria “svolta primaverile” subito dopo metà mese, con la risalita dell’Anticiclone delle Azzorre sul Nord Europa. Un’impressionante “bolla” calda farà esplodere quasi l’estate nell’Europa settentrionale con temperature che potranno superare i +25°C su gran parte del continente. Anche sul Nord Italia avremo molto caldo, con picchi che tra Mercoledì 18 e Giovedì 19 potrebbero addirittura sfiorare i +30°C al Nord/Est, nei fondovalle alpini e nelle zone interne del Centro, proprio quei +30°C sfiorati in più occasioni nel mese di Marzo in Sicilia ma ancora mai raggiunti in Italia in questo 2018.

Contemporaneamente al Centro/Sud avremo un lungo periodo di instabilità pomeridiana con temporali a sviluppo convettivo: i primi fenomeni si verificheranno Lunedì 16, e proseguiranno tutti i giorni della prossima settimana in modo particolare nelle zone interne dell’Appennino, con locali nubifragi e grandinate nelle zone interne. Attenzione, quindi, alle “bombe d’acqua”, in un contesto comunque stabile, soleggiato e mite in modo particolare al mattino e nelle zone costiere. Sarà, quindi, una situazione tipicamente primaverile. Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale: