“Per… corti Alternativi”: al via la settima edizione a Villafranca Tirrena [FOTO]

A Villafranca Tirrena la rassegna di cortometraggi rientra quest’anno nel progetto “Primavera Culturale” Nella selezione lavori di giovani registi locali e volti noti messinesi come Ninni Bruschetta e Stella Egitto

Dopo la pubblicazione dei titoli selezionati, è pronta a partire a Villafranca Tirrena la settima edizione della rassegna di cortometraggi “Per… corti alternativi”, una manifestazione promossa dalla locale associazione Pro Loco con il patrocinio dell’Amministrazione comunale, e da quest’anno entrata a far parte di un programma di manifestazioni culturali denominato “Primavera Culturale”. Per tale ragione, l’iniziativa cinematografica ha abbracciato il “Trofeo Pietra Macina d’Oro” indetto dalla Compagnia di Idee “ViviSerro”. Con quest’ultima la Pro Loco sta collaborando alla realizzazione della manifestazione, che si svolgerà il prossimo fine settimana. L’evento conferma, inoltre, il “ponte” artistico instaurato nel tempo con il festival “Corto di Sera” che si tiene annualmente nel comune jonico di Itala.

I CORTI IN RASSEGNA. Al termine di un lungo lavoro di selezione sono 23 titoli proposti per le due giornate di proiezioni (26 e 27 aprile a partire dalle 18,00 presso il Centro di Aggregazione Giovanile di Via Grioli). Tra i lavori girati in provincia di Messina vi sono  “Malatia” della RoMar Film, “A cira i San Brasi” di Matteo Arrigo, e “ViviAMO Calvaruso” curato dall’associazione Calvaruso Insieme. Di respiro regionale i corti “Veneranda Augusta” del giovane regista messinese Francesco Cannavá, “L’oro del Sud” di Valerio Filardo, “fiSOlofia” di Nicola Palmeri, “Uscire Fuori” del catanese Michele Leonardi che conta la partecipazione dell’attore Peppino Mazzotta. Altri volti noti appaiono nei corti “Lettere a mia figlia” di Giuseppe Alessio Nuzzo con protagonista Leo Gullotta“Il violino” Laura Di Pietro con Kasia Smutniak, l’indimenticato Paolo Villaggio che si concede al regista Francesco D’Ascenzo per il corto/ritratto “Allafinfinfirifinfinfine”. Ed ancora i messinesi Ninni Bruschetta in “Cani di Razza” di Antonaroli e Nicoletta e la giovane Stella Egitto in “Arianna” di David Ambrosini. Due i titoli di animazione: “The NAP” curato da Di Molfetta ed “Il Bacio” di Candiago. Completano la selezione i cortometraggi “Gli occhi tuoi belli brillano” di Quaini, “Piccole Italiane” di Lamartire, “Insetti” di Manzetti, “Silent” di Virginia Bellizzi, “Cin cin” di Nicole Zampini, “Suite della coccinella” di Licia Missori, “Rocky” di Daniele Pini, “Fuecu e Cirasi” di Romeo Conte e “Spider-Boy” di Linda Fratini.

I RICONOSCIMENTI. Durante lo svolgimento delle proiezioni verranno istituite una giuria popolare, una composta da esperti ed appassionati del settore, ed una voluta dalla Consulta Giovanile Comunale di Villafranca Tirrena per valutare le opere selezionate. Nella serata finale è prevista la premiazione per i migliori cortometraggi. Il miglior corto in assoluto riceverà sabato 28 Aprile in Aula Consiliare il “Trofeo Pietra Macina d’Oro”, un premio che si richiama alla storia dell’Antico Frantoio di Serro, oggi adibito a testimonianza della storica cultura contadina del borgo. Il trofeo, realizzato dall’esperto maestro orafo locale Giuseppe Santoro, consiste in una moneta d’oro con incisa una macina di frantoio che si erge da un sasso alluvionale. Saranno assegnati inoltre altri premi e riconoscimenti. Info: www.prolocovillafrancatirrena.com, www.primaveraculturale.it  e sulla pagina Facebook “Pro Loco Villafranca Tirrena”.