Pd: donne contro donne, stupisce appello pro Lega e M5S

Roma, 11 apr. (AdnKronos) – “Stupiscono i toni contenuti nell’appello firmato da alcune donne del Pd, che vorrebbe addirittura paragonare il nostro partito a realtà politiche, come M5S e Lega, che sono quanto di più lontano possa esistere oggi in Parlamento non soltanto dalla difesa dei diritti delle donne, ma anche dai principi democratici. Ancor più sorprendente è il fatto che l’accusa alle liste elettorali arrivi anche da donne candidate proprio in quelle liste e che quelle liste hanno approvato, anche se poi non tutte sono state elette”. Lo affermano in una nota le esponenti Dem Silvia Fregolent, Teresa Bellanova, Titti Di Salvo, Chiara Gribaudo, Raffaella Paita, Valentina Paris, Ileana Piazzoni, Flavia Piccoli Nardelli, Alessia Rotta.
“Il Pd in Parlamento -rciordano- ha oltre un terzo di presenza femminile: più che un impegno per la parità di genere, ad animare alcune firmatarie sembra un risentimento per essere rimaste fuori un giro. Una polemica che fa male al nostro partito, unico ad aver dimostrato alla prova dei fatti di tenere veramente a diritti e pari opportunità. A cominciare proprio dalle norme antidiscriminatorie che il Pd ha voluto fossero inserite nelle leggi elettorali per parlamento italiano ed europeo”.

Adnkronos