Istanze pagamento pascoli in Sicilia: allevatori dei Nebrodi a Palermo

Stamane a Palermo l’incontro tra l’onorevole Nino Germanà, una delegazione di allevatori dei Nebrodi ed i tecnici e dirigenti del Dipartimento Politiche agricole dell’assessorato regionale all’agricoltura guidato da Edy Bandiera

Anche la Regione Sicilia si allinea alle altre Regioni in merito alla trasmissione dei dati relativi alle particelle dei pascoli locali per la presentazione delle istanze di pagamento. Positivo è stato infatti l’incontro che si è tenuto questa mattina a Palermo tra l’onorevole Nino Germanà, una delegazione di allevatori dei Nebrodi ed i tecnici e dirigenti del Dipartimento Politiche agricole dell’assessorato regionale all’agricoltura guidato da Edy Bandiera. L’incontro è scaturito dalla necessità di sollecitare l’invio da parte della Regione dei file complessivi contenenti le particelle destinate in Sicilia a pascoli locali tradizionali. Un adempimento urgente perché entro il 15 maggio i terreni che sono saranno inseriti nel SIPA (Sistema di identificazione delle particelle agricole) non potranno essere oggetto di domanda di premio, rischiando così di non poter accedere al pagamento delle istanze per il 2017. Nel corso dell’incontro si è individuata la soluzione di richiedere all’Ente Foreste Demaniali, all’Esa ed ai Comuni interessati l’avvio di una collaborazione inviando all’assessorato regionale un’attestazione della sussistenza dei pascoli che da oltre 30 anni contribuiscono allo sviluppo ed alla crescita del territorio. Determinante l’allineamento da parte della Regione Sicilia alla linea già adottata dalle Regioni Basilicata e Calabria. L’onorevole Nino Germanà ha espresso soddisfazione per la interlocuzione con l’Assessore Edy Bandiera e con il Dirigente Generale dott. Frittitta.