Milazzo, controlli dei Carabinieri: un arresto per furto al Parco Corolla [DETTAGLI]

Milazzo, intensificati dai Carabinieri i servizi di prevenzione durante il ponte di Pasqua

SONY DSCNell’ambito di una specifica campagna di prevenzione dei reati, i Carabinieri della Compagnia di Milazzo hanno attuando un piano di prevenzione che ha assicurato per il periodo pasquale, un costante monitoraggio sul territorio di competenza al fine di garantire a cittadini e turisti adeguati standard di sicurezza. In tale contesto, sono stati attuati nel centro mamertino e nelle aree di rispettiva competenza delle dipendenti Stazioni Carabinieri, numerosi servizi con l’impiego di consistenti pattuglie, in particolare le autoradio e le pattuglie automontate dell’Arma che hanno perlustrato il territorio per il contrasto dei reati e delle violazioni del Codice della StradaIn proposito, giorno 1 aprile, i militari dell’Aliquota Radiomobile hanno tratto in arresto un 22enne per resistenza a un pubblico ufficiale. In particolare, nel corso di un servizio di controllo alla circolazione stradale in Rometta Marea (ME), i Carabinieri procedevano al controllo del predetto mentre si trovava alla guida di un motociclo. Alla vista degli operanti il giovane centauro, dapprima simulava di arrestare la corsa del motociclo, per poi darsi a precipitosa fuga, tuttavia, dopo un breve inseguimento per le strade di quel centro veniva bloccato in via del Mare. Nella circostanza, R. A., messinese, cl. 1996, all’esito dei controlli effettuati sui documenti, risultava sprovvisto di patente di guida. Il prevenuto, espletate le formalità di rito, veniva tradotto, in regime di arresti domiciliari presso il proprio domicilio, in attesa del giudizio direttissimo su disposizione A.G..

SONY DSCInoltre, giorno 2 aprile, i Carabinieri della Compagnia di Milazzo hanno tratto in arresto in flagranza S. C. A., nata a Messina, cl. 1983, per il reato di furto aggravato. In particolare, la donna mentre si trovava nell’area commerciale denominata “Parco Corolla” era entrata all’interno di un negozio di articoli sportivi e, dopo essersi impossessata di alcuni capi di vestiario, per un valore complessivo di 100 euro circa, tentava di darsi alla fuga. Nell’occasione i Carabinieri operanti, prontamente intervenuti sul posto, bloccavano la prevenuta, recuperando l’intera refurtiva che veniva restituita all’avente diritto. L’arrestata, espletate le formalità di rito, è stata tradotta presso il proprio domicilio al regime degli arresto domiciliari in attesa del giudizio direttissimo su disposizione della competente A.G.. In un’altra circostanza, nel corso di un ulteriore servizio di prevenzione, i Carabinieri della Compagnia di Milazzo hanno arrestato in flagranza I. W., nato Messina, cl. 1998, residente a Rometta (ME) e denunciato in stato di liberta un giovane 21enne di Spadafora per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso.

SONY DSCL’arresto scaturiva a seguito di una mirata attività di osservazione e pedinamento, che permetteva ai Carabinieri operanti di bloccare lungo la strada arginale del torrente “Boncoddo” di Rometta i due giovani mentre erano intenti a prelevare due bilancini di precisione ed un involucro contenente circa grammi 24 di sostanza stupefacente tipo marijuana occultata in un’aiuola ai piedi di un albero di palma. La successiva perquisizione personale e domiciliare, permetteva di rinvenire ai militari operanti ulteriori grammi 22 circa di sostanza stupefacente del tipo marijuana nella disponibilità del solo arrestato, nonché la somma in denaro contante di €.287, verosimilmente provento dell’attività illecita. La sostanza stupefacente ed i reperti rinvenuti sono stati sottoposti a sequestro. Il giovane, espletate le formalità di rito, è stato tradotto presso propria abitazione in regime arresti domiciliari, su disposizione della competente A.G.. Nel contesto del medesimo servizio coordinato, i Carabinieri della Compagnia di Milazzo hanno altresì segnalato alla Prefettura di Messina cinque persone quali assuntori di sostanze stupefacenti poiché trovati in possesso di droga che era detenuta per uso personale.