Messina, viadotto Ritiro: nessuna risposta per gli stipendi, prosegue lo sciopero dei lavoratori

A Messina lavoratori Ferrobeton ancora in sciopero: Filca Cisl e Fillea Cgil chiedono incontro alla presenza del Cas

Non è stata sufficiente una lettera del Consorzio Autostrade Siciliane alla Toto Costruzioni per sbloccare le spettanze di febbraio e marzo ai lavoratori della Ferrobeton, società che effettua lavori in subappalto nel cantiere per la sostituzione del viadotto Ritiro a Messina. Filca Cisl e Fillea Cgil, questa mattina, hanno ricevuto la comunicazione da parte del CAS che la richiesta del Consorzio è stata rispedita al mittente. “La Toto Costruzioni – spiegano Francesco Catalano della Filca e Mario Mancini della Fillea – ha risposto che non è nelle condizioni per potersi sostituire alla Ferrobeton prima dell’udienza del 16 aprile quando il Tribunale di Catania discuterà il blocco dei conti correnti disposto nei confronti della ditta catanese. I lavoratori, quindi, senza alcuna risposta concreta hanno deciso di proseguire lo sciopero nel cantiere di Ritiro almeno sino a martedì”. Filca Cisl e Fillea Cgil hanno chiesto all’ingegnere Leonardo Santoro la convocazione immediata di un confronto con la Toto Costruzioni e la Ferrobeton alla presenza del Consorzio Autostrade. “In qualità di ente appaltatore – concludono Catalano e Mancini – è proprio il Cas a doversi rendere garante del rispetto delle normative e delle clausole previste nel capitolato d’appalto”.