Messina: danneggia gli arredi del Pronto Soccorso, 60enne denunciato dai Carabinieri

I Carabinieri sono intervenuti in questa via Regina Elena a Messina, su richiesta del personale sanitario del 118, poiché era stato segnalato un uomo accasciato per strada in palese stato di ebbrezza

I militari del Nucleo Radiomobile Carabinieri di Messina hanno denunciato R.P., messinese, 60enne per aver danneggiato i locali del pronto soccorso dell’Ospedale Piemonte.

In particolare nella decorsa serata i militari dell’Arma intervenivano in questa via Regina Elena, su richiesta del personale sanitario del 118, poiché era stato segnalato un uomo accasciato per strada in palese stato di ebbrezza. L’uomo veniva accompagnato, in evidente stato di alterazione psicofisica per lo stato di ubriachezza, presso il pronto soccorso dell’ospedale Piemonte. Ivi giunto, lo stesso, in preda ai fumi dell’alcol, mentre si trovava in bagno per i propri bisogni fisiologici, andava in escandescenza e, mentre era chiuso nel bagno, sdradicava completamente da terra il water e la cassetta dell’acqua di scarico dal muro, rompendo i tubi flessibili ed in conseguenza allagando i locali. Nella circostanza l’uomo, danneggiava pure un apparecchio sanitario cosiddetto “saturimetro”.

Solo grazie al tempestivo intervento dei militari dell’Arma si è riuscito ad evitare ulteriori e più gravi danni al locale Pronto Soccorso cittadino e col passare dei minuti, a far desistere ed a calmare l’autore che dovrà però rispondere all’Autorità Giudiziaria peloritana dei reati di danneggiamento aggravato e ubriachezza.