Messina, pizzo per il restauro del museo di Fiumara d’Arte: coinvolto anche un consigliere comunale [DETTAGLI]

messina operazione concussio

Messina, operazione Concussio: scoperta tentata estorsione ai danni di coppia di imprenditori che aveva vinto l’appalto per il restauro del Museo di Fiumara d’Arte

messina operazione concussioSono 14 le misure cautelari disposte a carica dei soggetti coinvolti nellindagine sulla tentata estorsione, aggravata da metodo mafioso e trasferimento fraudolento di valori a Messina. Per tre di loro è stato disposto il carcere, per i restanti l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Coinvolto anche un consigliere comunale di Mistretta. Le indagini, condotte dal Nucleo Investigativo dei Carabinieri di Messina, sono iniziate nel 2015 e hanno portato alla luce il tentativo di estorsione ai danni di una coppia di imprenditori. Coinvolta nelle indagini anche una cartomante e Giuseppe Lo Re, appartenente alla cosca palermitana di San Mauro Castelverde. Vittime dell’estorsione due imprenditori edili, che si erano aggiudicati l’appalto indetto dal Comune di Mistretta e finanziato dall’Unione Europea per di un milione di euro, relativo alla  riqualificazione di 12 siti del museo all’aperto di Fiumara d’Arte.