A Messina il “Mese del Cuore”: visite gratuite al Policlinico [INFO UTILI]

 

Per la prima volta a Messina, il Mese del Cuore 2018:  controlli gratuiti alla cittadinanza

Dopo il successo della terza edizione, torna dal 12 aprile l’appuntamento con il Mese del Cuore, l’iniziativa di prevenzione promossa da Danacol in collaborazione con il Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma. Quest’anno il percorso di sensibilizzazione sui principali fattori di rischio cardiovascolare si estende sul territorio nazionale, raggiungendo per la prima volta ben 7 città, tra cui Messina, dove  tutti i week end dal 19/4 al 10/5 presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico “G. Martino”, in via Consolare Valeria 1, Messina saranno garantite visite gratuite alla cittadinanza.

Dal 3 aprile all’11 maggio le persone che desiderano prenotare il proprio appuntamento potranno telefonare al NUMERO VERDE 800-08.77.80 attivo dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 16.00. Le visite si effettueranno a partire dal 12 aprile (nelle giornate di giovedì, venerdì e sabato. Sedi e orari per ogni città sono indicati nel sito danacol.it). Durante le visite di screening i medici eseguiranno la misurazione della pressione arteriosa, dei valori di glicemia e colesterolo, dell’indice di massa corporea, unitamente alla valutazione dello stile di vita, delle abitudini alimentari e di alcuni parametri di performance funzionale (come la forza muscolare). Al termine della visita ai partecipanti verrà rilasciata una scheda in cui saranno riportati i risultati delle valutazioni eseguite, corredati da consigli e raccomandazioni per un corretto stile di vita.

“Il ruolo sociale di Danone è scritto nel suo DNA e nella sua mission: portare la salute attraverso l’alimentazione al maggior numero possibile di persone”. Danone realizza il proprio impegno anche diffondendo tra i consumatori un’attenzione alla corretta alimentazione e al mantenimento di uno stile di vita sano.” – Ha dichiarato Cyrille Auguste, Amministratore Delegato di Danone Italia –Con la 4°edizione del Mese del Cuore come sempre in collaborazione con il Policlinico A. Gemelli di Roma, continuiamo non solo a diffondere i messaggi di prevenzione alla cittadinanza in modo ancora più capillare, ma confermiamo il nostro impegno a collaborare con le istituzioni per offrire il nostro contributo al benessere dei cittadini”. “Siamo davvero lieti di questa collaborazione pluriennale con Danone, Azienda che ha una forte connotazione di responsabilità sociale.” – Ha affermato Marco Elefanti, Direttore Amministrativo dell’Università Cattolica   Direttore Generale della Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli – “Tale accordo bene esprime la terza missione dell’Università che, accanto agli obiettivi connaturati al nostro Ateneo insieme al Policlinico Gemelli dell’alta formazione e della ricerca medica innovativa, persegue anche l’obiettivo di contribuire alla disseminazione della conoscenza alla popolazione in ambiti fondamentali come quelli della salute e delle life sciences”. Anche quest’anno, il progetto vede la collaborazione del team specialistico coordinato dal Professor Francesco Landi, Geriatra del Policlinico A. Gemelli e Docente di Medicina interna e geriatria presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Cattolica, impegnato da anni sul piano scientifico e didattico nello studio e divulgazione di temi legati alla prevenzione e all’identificazione dei fattori associati a una longevità “di successo”. “Iniziative di sensibilizzazione sui fattori di rischio delle malattie cardiovascolari come il Mese del Cuore contribuiscono a creare una maggiore consapevolezza sul tema della prevenzione e favoriscono l’adozione di un corretto stile di vita.” – Ha dichiarato il Professor Francesco Landi – “Aiutare a controllare in modo sostanziale i fattori di rischio per lo sviluppo di importanti patologie è molto importante e l’estensione del progetto sul territorio nazionale è un segnale concreto del successo di questa iniziativa negli anni.” I risultati raccolti negli anni dal progetto Mese del Cuore che ha visto la partecipazione di oltre 4.000 persone, dai 18 ai 90 anni, 8.000 valutazioni, e gli esiti degli oltre 40.000 partecipanti che hanno eseguito test di autovalutazione di 7 fattori di rischio per la salute del cuore sul portale viaggioalcuoredelproblema.it, hanno permesso di raccogliere delle evidenze scientifiche di tale rilievo da essere presentate e pubblicate, attraverso due studi realizzati dal Professor Landi, al “2nd World Congress on Public Health and Nutrition” nel 2017. Gli studi, nel loro complesso, offrono l’immagine di un Paese ancora sospeso fra la consapevolezza dell’importanza della prevenzione e la sottovalutazione del valore di controlli periodici. Un Paese che risponde alle campagne di prevenzione gratuita, ma che ha ancora passi importanti da fare per abbracciare uno stile di vita sempre più salutare. Da qui la necessità di diffondere ulteriormente la conoscenza dei 7 fattori di rischio cardiovascolare (tra cui il colesterolo), raggiungendo tutte le fasce di età.   A supporto e divulgazione del progetto di prevenzione, continua ad essere a disposizione di tutti Viaggio al Cuore del Problema, la piattaforma digitale di formazione e apprendimento sui fattori di rischio cardiovascolare realizzata da Danacol, in collaborazione con i medici del Policlinico A. Gemelli di Roma e i ricercatori dell’Università Cattolica, per accompagnare i consumatori in un percorso finalizzato a migliorare la propria salute. Nel maggio scorso, in occasione della Giornata per la Ricerca, Danone Italia ha ricevuto il premio Giovanni Paolo II, prestigioso riconoscimento dell’Università Cattolica e della Fondazione Policlinico A. Gemelli di Roma, attribuito all’azienda per l’importante contributo offerto per la ricerca scientifica sui corretti stili di vita.