Mafia: Odg Sicilia, contro minacce Borrometi serve forte reazione

Palermo, 10 apr. (AdnKronos) – “Sono parole che mettono i brividi, un progetto di morte inequivocabile che deve fortemente scuotere le coscienze, provocando una forte reazione. Vorrei che i maggiori organi di informazione si mobilitassero per accendere i riflettori su questa mafia che alza la testa, vorrei che i giornalisti siciliani facessero sentire con forza la loro rabbia, vorrei vedere finalmente anche in Sicilia un’ondata di sdegno da parte della gente comune in difesa di chi subisce insulti, minacce e rischia la propria vita solo per esercitare correttamente la propria professione, il dovere di informare”. Così il presidente dell’Ordine dei giornalisti di Sicilia Giulio Francese commenta le intercettazioni sulle minacce di morte al giornalista Paolo Borrometi.
“Non sei solo, lo dico chiaro e forte e vorrei lo dicessero con forza tutti i colleghi che vivono in questa terra bella e maledetta” dice Francese in un messaggio rivolto al collega. “Non abbiamo bisogno di altri eroi – aggiunge – Chiediamo alle autorità competenti e alle forze dell’ordine di rafforzare le misure di vigilanza nei confronti del collega minacciato”.

Adnkronos