Mafia: Asr, solidarietà a Borrometi dopo minacce di morte

Roma, 10 apr. (AdnKronos) – “Paolo Borrometi, collaboratore dell’agi, iscritto a stampa romana, cronista di inchiesta delle mafie meno visibili della Sicilia è finito di nuovo nel mirino della criminalità organizzata. I boss Salvatore Giuliano e Giuseppe Vizzini avrebbero chiesto la sua testa secondo quanto rivelano le intercettazioni. Una testa lucida, pensante quella del collega presente nel denunciare le infiltrazioni e gli interessi della mafia. La solidarietà a Paolo Borrometi da Stampa Romana”. E’ quanto si legge in una nota dell’Associazione Stampa Romana.

Adnkronos