Lombardia: Rolfi, necessario introdurre dazi su riso sud est asiatico

Milano, 12 apr. (AdnKronos) – “L’agropirateria per l’Italia pesa 60 miliardi di euro. L’importazione del riso dalla Cambogia è aumentata del 700% in questi anni per colpa dell’Unione europea che ha azzerato i dazi. Le sfide del futuro sono dunque legate alla valorizzazione commerciale difesa dei prodotti lombardi e alla promozione di una nuova cultura dell’alimentazione”. Lo ha detto Fabio Rolfi, assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi della Regione Lombardia durante un’iniziativa che si è svolta stamattina nella sede di Coldiretti Pavia.
L’Italia, avverte Rolfi, “deve battere i pugni sul tavolo affinché vengano introdotti a livello comunitario dei dazi sul riso proveniente dal sud est asiatico”. La Lombardia “produce il 40% del riso nazionale e dietro questa filiera c’è un indotto importante. Non difenderlo significa creare problemi anche di carattere sociale. Su questa insensata politica comunitaria, il governo precedente è stato remissivo, confidiamo che il prossimo sia in discontinuità”.
Per l’assessore, inoltre, “possiamo vincere solo se riusciamo a creare un sistema tra produttori, operatori commerciali e istituzioni”. Tanto più che “all’estero c’è grande attenzione verso la nostra offerta e praterie commerciali che possiamo conquistare”. Ecco perché “dobbiamo puntare a una alleanza tra agricoltura, ristorazione e marketing territoriale per rendere consapevoli consumatori locali e turisti della qualità dei prodotti lombardi”.

Adnkronos