Leonardo: Fim, bene accordi su prepensionamenti e smartworking

Roma, 11 apr. (AdnKronos) –
Soddisfazione della Fim-Cisl per gli accordi in materia di prepensionamenti, smartworking e premio di risultato. A esprimerla è il segretario nazionale Michele Zanocco, commentando le intese sottoscritte ieri sera con Leonardo. Nel dettaglio, per quanto riguarda l’articolo 4 della legge Fornero è stato sottoscritto l’accordo nazionale che avvia le procedure per l’accesso anticipato alla pensione che interesserà sino ad un massimo di 1.100 lavoratrici e lavoratori Leonardo attraverso tre finestre di uscita previste per il mese di novembre 2018, luglio e novembre 2019.
Sullo smart-working, prosegue Zanocco, è stato sottoscritto un accordo che attiva una fase di sperimentazione di 12 mesi per l’utilizzo di questo strumento a partire dal 1 giugno 2018. Questa interesserà volontariamente 200 dipendenti che svolgono attività remotizzabili, da verificare a livello di sito, individuate prioritariamente ma non esclusivamente tra chi svolge attività Hr e Ict.
Per quanto riguarda invece il premio di risultato, è stato sottoscritto un accordo di proroga per l’anno 2018 che, dice Zanocco, resta quindi inalterato sia in termini di indicatori che nelle quantità previste in precedenza. “Andranno immediatamente attivati i tavoli di sito per definire gli indicatori che interessano il 55% del valore complessivo del premio. L’azienda fornirà alle organizzazioni sindacali nazionali gli obiettivi di redditività ed economici a valle dell’assemblea dei soci che si terrà alla metà del mese di maggio”, dice il sindacalista.

Adnkronos