Legittima difesa: Calderoli, sostegno a chi si protegge

Roma, 6 apr. (AdnKronos) – “Chi viene attaccato in casa propria, nel proprio negozio o nella propria azienda deve poter difendere la propria vita e la prima famiglia senza rischiare di finire indagato o sotto processo come sta accadendo a Mario Cattaneo”. Lo afferma il senatore della Lega e vicepresidente del Senato Roberto Calderoli.
“In uno Stato di non diritto come il nostro -aggiunge- come si può pensare si possa difendere una persona che, svegliata nella notte da un allarme per l’apertura della saracinesca del suo esercizio commerciale, spaventata per la sua famiglia, che si trova di fronte a quattro ladri, che al posto di arrendersi o fuggire lo aggrediscono e lo colpiscono, non reagisca se ha un fucile? Come avrebbe potuto difendersi quest’uomo contro quattro banditi? Oppure per qualcuno era meglio che si ripetesse quanto proprio in quei giorni era successo a Ghedi, nel bresciano, con un uomo ridotto in fin di vita dai colpi inferti dai rapinatori penetrati nella sua villa. Un anno dopo l’uomo ferito a Ghedi è ancora in coma. Vogliamo che accada questo prima che uno si possa difendere in casa propria, con i mezzi a sua disposizione?”.
“Per questo -conclude Calderoli- io sarò al fianco di Mario Cattaneo, di questo cittadino, e gli darò tutto il sostegno possibile per difendere la sua posizione e la posizione di quelli che, come lui, ogni giorno rischiano di trovarsi in una situazione del genere per difendere da criminali senza scrupoli la sua vita, la sua famiglia o i suoi beni”.

Adnkronos