Lavoro: ambasciatore Gb in Italia madrina di Progetto Donne e Futuro

Milano, 10 apr. (AdnKronos) – E’ Jill Morris, prima donna ambasciatore del Regno Unito in Italia, la madrina scelta dal Progetto Donne e Futuro per accompagnare la pupil Clara Saglietti nel percorso di crescita professionale, attraverso un percorso di tutoraggio nel mondo del lavoro. Il Progetto, che nel 2017 ha festeggiato il suo decimo anno, è nato da un’idea dell’avvocato Cristina Rossello, in prima linea nelle tematiche legate alla valorizzazione del ruolo femminile, ed è diventato negli anni un punto di riferimento per la promozione di programmi di solidarietà e collaborazione di genere.
“Progetto Donne e Futuro racconta in solo tre parole il nostro obiettivo: quello di fornire un aiuto concreto a giovani ragazze meritevoli per realizzare il loro sogno. Nelle nostre iniziative, la donna è protagonista e avere la prima donna ambasciatore del Regno Unito in Italia è fonte di gioia e di orgoglio”, spiega la Rossello, presidente di Progetto Donne e Futuro. In dieci anni l’associazione ha premiato 108 pupils che sono state seguite da altrettante madrine, ha realizzato 45 convegni, ha ricevuto otto riconoscimenti come premio di rappresentanza da parte dei Presidenti della Repubblica, ha ricevuto il patrocinio morale di 40 istituzioni governative e 79 istituzioni territoriali in occasione delle sue iniziative.
“Sono veramente onorata di essere stata coinvolta, ho detto sì senza esitare perché fare da madrina mi lusinga ed è un’opportunità per condividere le mie esperienze e la mia storia, credo che tra donne sia importante. Possiamo imparare che non siamo da sole, abbiamo dinamismo e capacità che possiamo offrire al mondo e sarebbe uno spreco non approfittare del talento delle donne”, sottolinea la Morris, che si presenta semplicemente come “ambasciatore”, perché in inglese non c’è la declinazione femminile.

Adnkronos