Incidente lavoro Crotone, Rifondazione Comunista: “Basta morti”

Incidente lavoro Crotone, Rifondazione Comunista: “Basta morti”

“Due operai morti, un italiano ed un ucraino, ed un terzo lavoratore ferito gravemente. Questo è il bollettino della tragedia avvenuta ieri a Crotone durante i lavori di ristrutturazione di una strada. Secondo l’Osservatorio Indipendente di Bologna, a soli tre mesi dall’inizio del 2018 siamo già ad oltre 150 morti sul lavoro dall’inizio dell’anno, numero al quale vanno aggiunti i tantissimi e gravi incidenti che avvengono quotidianamente.  Italia da anni è in atto una guerra non dichiarata ai lavoratori. L’aumento della precarietà, la flessibilità, la paura di perdere il posto di lavoro, i ritmi sempre più veloci ed usuranti rendono il lavoro sempre meno sicuro e pongono i lavoratori stessi in una situazione di ricatto. Come Partito della Rifondazione Comunista ci impegneremo per far emergere le gravi inadempienze legislative in materia e ci mobiliteremo affinché il tema della sicurezza sul lavoro ed un relativo piano nazionale siano al centro del dibattito politico a tutti i livelli“. Lo scrive in una nota stampa il Partito della Rifondazione Comunista Calabria