Ilva: Palombella, a un passo da rottura Mittal cambi impostazione

Roma, 4 apr. (AdnKronos) – “Restano le differenze tra noi e Mittal sia sul numero degli esuberi che sui trattamenti legati all’assunzione dei lavoratori. E la trattativa poteva anche interrompersi poi invece abbiamo deciso di aggiornarci all’11 aprile”. è il segretario generale della Uilm Rocco Palombella a sintetizzare così l’incontro di oltre 5 ore al Mise con Arcelor Mittal sulla cessione dell’Ilva.
“Cercheremo in quell’occasione di ottenere una modifica dell’impostazione data fino ad ora all’acquisizione”, dice ancora ribadendo il no del sindacato ai 4 mila esuberi che si profilano. Né a mitigare il giudizio del sindacato è bastata l’apertura del gruppo indiano a “individuare delle soluzioni occupazionali” per quanti non rientreranno nel perimetro occupazionale. “Come voi immaginate le soluzioni occupazionali non corrispondono ad assunzioni”, dice ancora Palombella spiegando come i 14 mila occupati siano anche ‘la garanzia della reale consistenza del piano industriale proposto’, conclude.
Il prossimo round dell’11 dunque sarà per la Uilm decisivo. “L’obiettivo è quello di ottenere da parte di Mittal una modifica della loro impostazione e di verificare se sarà possibile andare avanti o invece dover dichiarare sospesa la trattativa”.

Adnkronos