Governo: Parrini, perplesso da Franceschini, sia più chiaro

Roma, 11 apr. (AdnKronos) – “Dario Franceschini ha detto ieri nella riunione congiunta dei gruppi parlamentari che il Pd deve in ogni modo evitare un governo M5S-Lega, aggiungendo che questo non significa proporre la formazione di un governo Pd-M5S. Confesso di aver accolto queste parole con perplessità”. Lo scrive Dario Parrini del Pd su Facebook.
“Per togliere al nostro dibattito ogni opacità, chi sostiene la rispettabile posizione che va impedito un governo M5S-Lega dovrebbe dirci quale maggioranza parlamentare reputa utile a questo scopo. Cioè per quale o quali delle due opzioni che lo riguardano direttamente il Pd dovrebbe battersi”, ovvero un governo Pd-centrodestra o Pd-M5S. “Sennò facciamo una discussione con troppi non detti”.
“Personalmente io condivido la posizione espressa da Martina e dai nostri capigruppo parlamentari: al momento, nelle attuali condizioni, il Pd non può far parte di alcuna maggioranza di governo, in nessuna delle forme consentite dalla tecnica parlamentare” e “vorrei che chi oggi propone di non entrare in maggioranze di governo non venisse etichettato come uno che propone una politica di nullafacenza, di Aventino, di immobilismo. Sappiamo tutti che non è così”. Infine su M5S, Parrini osserva: “Non è un nuovo modo di essere della sinistra. è la negazione dei principali valori della sinistra. A chi ha dubbi su questo consiglio la lettura del Regolamento del Gruppo M5S alla Camera, specialmente dell’articolo 21”.

Adnkronos