Governo: Crimi, non siamo più dei marziani, P.Chigi ci spetta

Roma, 5 apr. (AdnKronos) – Cinque anni fa, all’esordio, “la situazione era più complessa, eravamo alieni, marziani in Parlamento. Adesso in campo ci sono tre aree politiche mature. A partire dai temi, la situazione si sbloccherà”. Lo afferma in un’intervista a Repubblica Vito Crimi, senatore del M5S e neo presidente della Commissione speciale di Palazzo Madama per i provvedimenti urgenti. Per Crimi il Def “dev’essere fatto con un punto di riferimento preciso: i cittadini. Mettendo in campo strategie politiche di riduzione della povertà. Ed evitando che scattino le clausole di salvaguardia”.
Il reddito di cittadinanza “rimane un caposaldo e una priorità assoluta. Ma possono essere tante le forme di lotta alla povertà. Compresa la riduzione delle tasse alle imprese”. Quanto al contratto di governo proposto dal M5S e sulla necessità di un compromesso, “noi abbiamo un programma chiaro, su quello siamo stati votati con la figura di un candidato premier e da lì partiamo – rimarca – E’ chiaro che nel momento in cui dovremo confrontarci con altri, a causa di questa legge elettorale, nello scrivere questo contratto cercheremo di ottenere il più alto risultato possibile”.

Adnkronos