Furbetti del cartellino, terremoto giudiziario a Ficarra. Il sindaco: “Comune in paralisi, rischiamo di chiudere”

assenteismo ficarra messina

Terremoto giudiziario oggi a Ficarra, 23 dipendenti comunali indagati per assenteismo. Il sindaco: “Stiamo valutando cosa fare per tenere il Comune aperto”. Il Codacons chiede il licenziamento dei dipendenti e il risarcimento alla cittadinanza

assenteismo ficarra messinaTerremoto giudiziario quest’oggi a Ficarra per la massiccia operazione anti-assenteismo messa in atto dai carabinieri su decisione dell’autorità giudiziaria di Patti. 16 le misure cautelari notificate ai dipendenti comunali, 23 in totale quelli indagati, su un totale di 54 dipendenti.  Tra i sedici dipendenti sospesi ci sono anche tre dirigenti, a capo dei dipartimenti.Siamo alla paralisi. Stiamo cercano di mandare avanti il Comune con quel poco di personale che ci e’ rimasto. Stiamo valutando cosa fare per tenere il Comune aperto“- ha commentato all’Agi il sindaco Gaetano Artale, che si è detto cauto sull’inchiesta e di  voler attendere di conoscere le carte prima di prendere posizione in merito. Intanto il Codacons chiede, se saranno accertati gli illeciti, che i furbetti scoperti a Ficarra risarciscano i cittadini e siano licenziati immediatamente.  “Si tratta di reati che, se confermati, avrebbero ripercussioni dirette per gli utenti – spiega Giovanni Petrone Presidente Regionale Codacons – Il danno per i cittadini e’ duplice: da un lato i servizi resi dall’ente pubblico dove lavoravano i dipendenti infedeli hanno subito un peggioramento a causa dell’assenza ingiustificata dei lavoratori dagli uffici, dall’altro vi e’ un evidente spreco di soldi pubblici, in quanto i furbetti del cartellino hanno percepito stipendi senza lavorare“.  Il Codacons è dunque pronto a costituirsi parte offesa nel procedimento a carico dei dipendenti.

Assenteismo al Comune di Ficarra (ME): scoperto “sistema fraudolento e patologico”, interdizione per 16 dipendenti [VIDEO]