Crotone, “Stadio vietato ai disabili”. Adda: “la toppa è peggiore del buco”

“Stadio di Ezio Scida vietato ai disabili”, la replica di Adda all’F.C. Crotone: ” brutta pagina per Crotone e per la Calabria tutta”

L’Associazione Adda, in relazione alla nota dell’F.C. Crotone sull’ingresso vietato ai disabili allo stadio Ezio Scida, fa presente e ribadisce quanto segue: “Con ogni evidenza gli accrediti ai disabili sono stati rilasciati senza applicare la procedura riportata sul sito ufficiale dell’F.C. Crotone, in quanto né le mail né i numeri di telefono ufficiali sono mai stati raggiungibili a partire dal termine indicato del martedì precedente alla partita. E non lo sono ancora oggi. Correttezza e trasparenza avrebbero richiesto che, quantomeno, venisse data una risposta nella quale si dicesse che la richiesta è pervenuta oltre l’ultima posizione utile per il rilascio degli accrediti. Poiché così non è stato, non c’è altra conclusione da trarre se non che gli accrediti riservati ai disabili sono stati distribuiti a disabili più uguali degli altri. Quanto poi alla nota sulla gratuità dell’accredito ai disabili, suona di una impareggiabile meschinità. Se fosse stabilito un prezzo per il biglietto o accredito che dir si voglia, il disabile motivato a vedere la partita lo pagherebbe. Comunque la si giri, l’F.C. Crotone non ne esce bene. E’ stata scritta una brutta pagina per Crotone e per la Calabria tutta. P.S. Ci giunge adesso notizia, dalla TGR della Rai, che l’F.C. Crotone ha comunicato il ritiro di tutti gli accrediti riservati ai disabili. La decisione è un’implicita ammissione della non applicazione della procedura definita e prevista dalla stessa F.C. Crotone. Come si usa dire in questi casi: la toppa è peggiore del buco“.