Corruzione: Messina, Tribunale annulla sequestro soldi Polizzotto

Palermo, 6 apr. (AdnKronos) – Il tribunale della libertà di Messina ha annullato oggi il sequestro preventivo dei conto correnti degli avvocati Stefano Polizzotto e Antonietta Sartorio, disposto nell’ambito dell’indagine sulla corruzione per l’autostrada Siracusa-Gela. Accolto il ricorso presentato dagli avvocati Vincenzo Lo Re e Rossella Garofalo, che hanno documentato “la legittimità delle somme rinvenute sul conto dei due legali, pacificamente relative a prestazioni professionali rese al consorzio che si era aggiudicato l’appalto”. All’avvocato Sartorio, non indagata, le somme erano state sequestrate in quanto contitolare del contratto di consulenza intercorrente con il consorzio.
Nei giorni scorsi, il giudice per le indagini preliminari di Messina aveva revocato gli arresti domiciliari imposti all’avvocato Stefano Polizzotto, indagato per corruzione nell’ambito della vicenda Cas, il consorzio autostrade siciliane. Polizzotto è stato arrestato il 13 marzo nell’ambito di un’indagine su uni sulla Siracusa-Gela. Il giudice aveva ritenuto affievolite le esigenze cautelari e aveva rimesso l’ex consulente del governatore Rosario Crocetta in libertà, accogliendo l’istanza dei suoi legali, gli avvocati Vincenzo Lo Re e Rosa Garofalo. E’ stata applicata la misura dell’obbligo di dimora a Palermo. La revoca dei domiciliari era arrivata dopo che l’accusato aveva reso l’interrogatorio di garanzia e durante il quale Polizzotto avrebbe spiegato la sua posizione.

Adnkronos