Conti pubblici: Confesercenti, riduzione fisco rimane priorità

Roma, 4 apr. (AdnKronos) – “I dati diffusi oggi dall’Istat confermano un quadro macro economico peggiore di quello previsto dal Def. Una revisione in senso negativo del rapporto deficit-Pil di due decimali che, sebbene attesa, potrebbe incidere sugli equilibri dei conti pubblici, riducendo lo spazio di manovra e mettendo un’ipoteca sulla futura riduzione della pressione fiscale, che invece rimane la priorità dell’economia in una fase ancora delicata”. Così Confesercenti commentando i dati diffusi dall’Istat.
Il 2017, rileva Confesercenti, “si è chiuso in ripresa, registrando l’aumento del reddito delle famiglie, dell’occupazione e dei consumi. I primi mesi del 2018 hanno dato, invece, segnali meno rassicuranti. Sebbene il numero di occupati continui a crescere, come confermato proprio oggi dall’Istituto di statistica, nei primi mesi dell’anno le vendite sono tornate a rallentare, così come si è deteriorato il clima di fiducia delle imprese”.

Adnkronos