Conti pubblici: Confesercenti, riduzione fisco rimane priorità (2)

(AdnKronos) – In questo scenario, sottolinea, “è urgente riprendere il percorso di riduzione della pressione fiscale complessiva, che si è interrotto lo scorso anno. Soprattutto, è fondamentale bloccare lo scatto delle clausole di salvaguardia, che prevedono aumenti Iva già a partire da gennaio 2019. Uno stop promesso da tutte le forze politiche in campagna elettorale e ribadito anche negli ultimi giorni”.
L’auspicio, aggiunge Confesercenti, “è che già la istituenda Commissione speciale per il Def riesca a mettere un punto sulla questione, visto l’entità del rischio: l’aumento dell’Iva, infatti, brucerebbe secondo le nostre stime circa 23 miliardi di spesa delle famiglie in un triennio, bloccando ulteriormente la domanda interna e rischiando di trasformare il rallentamento atteso dell’economia nei prossimi anni in una vera e propria frenata”.

Adnkronos