Comunali: a Vicenza il centrodestra si spacca, e il candidato a sindaco si ritira

Vicenza, 17 apr. (AdnKronos) – Il centrodestra veneto si spacca in vista delle elezioni comunali a Vicenza: l’alleanza tra Lega e Forza Italia si è conclusa di fatto oggi con l’ufficializzazione del ritiro del candidato di Fi, Fabio Mantovani avvenuta oggi. Mentre, nel corso di un incontro tra i vertici regionali dei due partiti, il segretario veneto del Carroccio Gianantonio Da Re spiega all’Adnkronos che “dopo giorni e giorni di veti incrociati all’interno di Fi si è giunti oggi all’epilogo con il ritiro della candidatura di Mantovani. Adesso in Fi stanno pensando a qualche candidato alternativo, ma è troppo tardi. Per questo, noi sosterremo il candidato delle liste civiche Francesco Rucco, che non è ‘il candidato della Lega’, ma è l’unica candidatura competitiva possibile che rappresenta oggi il Centrodestra Vicenza”.
“E’ vero che il patto tra Lega e Fi prevedeva che noi proponessimo il candidato a Treviso e Fi a Vicenza, ma sono stati loro a portarci a questa scelta forzata, cambiando le carte in tavola – spiega il segretario del Carroccio veneto – non avevamo altra scelta, e mi sembra improponibile pensare oggi ad un nuovo candidato che tra l’altro devono ancora trovare”.
In ogni caso, il segretario regionale della Lega spiega: “Non credo che questa divisione a Vicenza possa avere ripercussioni altrove, né a livello regionale, né a livello nazionale. In fin dei conti non dimentichiamoci che la seconda carica dello Stato, la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati è stata eletta di comune accordo tra Fi e Lega. E’ un segno che l’alleanza è forte”.

Adnkronos