Serie B, Cataforio: al “Palamazzetto” passa il Rogit

Serie B, Cataforio: al “Palamazzetto” passa il Rogit, bianconeri sconfitti nell’ultima tra le mura amiche

Termina con una sconfitta l’ultima partita casalinga della stagione 2017-2018 del Cataforio. In una gara che non aveva praticamente nulla da dire per la classifica, con i locali già salvi e gli ospiti con la testa ai play-off, il parquet ha evidenziato una sfida maschia nella quale le due squadre non si sono per nulla risparmiate.

In avvio Soso ed Aquilino si rendono autori di pregevoli interventi, in particolare il portiere brasiliano sbarra la strada a Jener, mentre il piplet reggino dice di no in sequenza ravvicinata a Major e Iozzino. Ancora prima, Durante, a Soso battuto, trova la deviazione vitale di Egea, mentre Cilione fa vibrare il suo destro ad incrociare, molto vicino al palo. Il vantaggio ospite arriva in contropiede con Major abile a finalizzare l’azione avviata e rifinita da Iozzino che in precedenza aveva anche colpito il palo. Ancora Aquilino chiamato in causa su Bracci e Cividini deviando in angolo. Arriva successivamente il raddoppio con i rossanesi che sfruttano il 5 contro 4 scaturito dall’avanzata del portiere Soso e per Cividini sul secondo palo è un gol facile sull’assist di Milito. Il Cataforio non si disunisce e ci prova lo stesso, non prima della traversa ancora di Iozzino. Jener dall’altra parte calcia a botta sicura, ma fa scudo Arcidiacone. Sfortunato al 16′ il team bianconero quando, sulla pressione alta, la carambola sul corpo di Jener innesca un contropiede per il Rogit che porta Major a siglare il punto dello 0-3. A 53′ secondi dalla fine del primo tempo, Cilione trova ancora una volta un grande intervento di Soso.

La ripresa si apre con il salvataggio di Major su Scopelliti a porta vuota ed il numero 5 dei Grifoni avrà modo di rifarsi, sfruttando da oltre centrocampo con il suo mancino, la posizione lontano dai pali di Soso, per il gol dell’1-3. C’è però da riavvolgere il nastro con il brutto episodio capitato a 1’16” sul cronometro. Cilione va via dopo un corpo a corpo con Iozzino, l’arbitro fa proseguire per la norma del vantaggio, l’azione non si concretizza e lo stesso direttore di gara si accinge a segnalare il fallo cumulativo al Rogit. Appare tutto tranquillo ma Iozzino colpisce Cilione alla spalla e poi tenta di dare una testata in pieno volto, prima dell’arrivo di tutti i calcettisti presenti in campo. Gli animi si infuocano immediatamente ed a farne le spese sono Iozzino (giustamente) e Cilione (forse per proteste ma non certo per aggressione ai danni dell’avversario). Qualche istante dopo la rete di Scopelliti, le squadre riprendono a giocare in 5 contro 5. Il Rogit scappa via con un micidiale 1-2 che chiude di fatto i giochi. Ancora una volta sono due azioni di contropiede che premiano il quintetto ospite, finalizzate da Cividini prima e Major poi. Mister Praticò ci prova con il portiere di movimento (Modafferi) e si affida per parecchi minuti (anche nel primo tempo) al classe 2002 Attinà, oltre ai vari Ienari e Labate. Attinà sbaglia una solare occasione da gol da due passi, suscitando il sorriso del proprio allenatore che applaude comunque il tentativo del suo calcettista, mentre Parisi dall’altra parte è super sulle conclusioni di Milito e Major. Labate trova il primo gol in Serie B, grazie al suo solito mancino, mentre a 16” dalla fine, Campana spara alto un tiro libero scaturito dal 6°fallo di squadra del Cataforio. Sconfitta indolore per i reggini che chiuderanno il proprio campionato sul campo del fanalino di coda Mascalucia.

SERIE B, GIR. H 20^GIORNATA 

Asd Cataforio-Real Rogit 2-5 

Marcatori: 5’57” e 15’54” pt Major (R), 11’04”pt Cividini (R), 3’08”st Scopelliti (C), 4’26”st Cividini (R), 7’55”st Major (R), 17’06”st Labate (C).

Asd Cataforio: Aquilino, Ienari, Labate, Scopelliti, Cilione, Giriolo, Laganà, Durante, Modafferi, Parisi, Jener, Attinà. All. Praticò.

Real Rogit: Soso, Iozzino, Cividini, Campana, Orofino, Egea, Major, Milito, Limina, Arcidiacone, Bracci. All. Tuoto.

Arbitri: Doronzo di Barletta e Losacco di Bari. Crono: Loddo di Reggio Calabria.

Note- Ammoniti: Labate (C), Cividini (R), Orofino (R). Espulsi: 1’16’st Iozzino (R) e Cilione (C). 19’44”st Campana (R) fallisce un tiro libero.