Carburanti: gestori, fatturazione elettronica? condizionata ad impegni governo (2)

(AdnKronos) – In sostanza, denunciano le organizzazioni sindacali, “in una non casuale concomitanza con la pubblicazione di Gazzetta Ufficiale del provvedimento a favore dei Gestori, a dicembre scorso, società emittenti di carte di pagamento elettroniche hanno di già comunicato il raddoppio delle commissioni sulle transazioni relative, potendo contare sul Monopolio di fatto che controlla incontrastato questo segmento di mercato”.
Una azione intollerabile che, oltre a vanificare per intero il beneficio con il quale il Governo aveva inteso compensare gli oneri iniqui imposti dai gestori, prontamente riassorbito dai circuiti bancari, sottolineano, “raddoppia di fatto la previsione di spesa rispetto alla quale era stata offerta copertura anche attraverso le maggiori entrate legate proprio all’introduzione della fatturazione elettronica e all’abolizione della carta carburanti. Ove questa autentica scorreria anche ai danni dello Stato, oltreché dei Gestori, non fosse impedita, alla categoria non rimarrebbe che attivare ogni iniziativa, anche di sciopero, a tutela”.
Le organizzazioni, conclude la nota, “hanno infine registrato l’impegno del Viceministro a promuovere azioni coerenti con le istanze poste e nuovi incontri entro la fine di aprile”.

Adnkronos