Calabria, Pizzimenti: “necessario valutare l’istituzione della figura del “Garante dei disabili”

Calabria, Pizzimenti: “necessario valutare l’istituzione della figura del “Garante dei disabili”

Nella seduta del 15 marzo 2018 la commissione “Controllo e Garanzia”si è riunita per discutere sullo stato dell’arte dell’applicazione della delibera di consiglio n°13 del 31/10/2016 sulla figura del Disability Manager“. E’ quanto afferma il Presidente della commissione stessa Antonio Pizzimenti. Alla presenza dell’Assessore Lucia Nucera, insieme ai componenti della commissione presenti, il Presidente Pizzimenti, considerata le difficoltà nel dotarsi della figura del disabilty manager da parte dell’amministrazione comunale, propone di valutare l’istituzione della figura del “Garante dei Disabili” in sostituzione della precedente in quanto “essa richiede una particolare specializzazione rilasciata dall’università Cattolica di Roma, e considerato che nell’organico comunale non esiste personale con questa qualifica si dovrebbe attingere all’esterno con conseguente aggravio economico per le casse dell’ente, mentre per la figura del Garante dei disabili  può essere nominato un dipendente comunale del settore politiche sociali”, prosegue. Pienamente d’accordo sulla proposta del presidente l’assessore Nucera che conferma che questa procedura sia più semplice e rapida da istituire e che stava già lavorando sulla proposta  da portare in Giunta al fine di deliberare in tempi rapidi. Inoltre afferma che questa figura deve avere una formazione prettamente umanistica, come Psicologi, Pedagogisti o assistenti sociali, figure già presenti nell’organico del settore e quindi a costo zero per l’amministrazione comunale.

Dopo un’approfondita discussione con tutti i commissari che si sono espressi favorevoli ad eccezione dell’astensione del consigliere Albanese, emerge la volontà di dare mandato all’assessore e al settore politiche sociali di mettere in atto tutte le verifiche necessarie affinchè venga istituita la figura del Garante dei disabili al posto del Disability Manager. “Sarebbe un forte segnale di attenzione da parte dell’amministrazione comunale di Reggio Calabria – conclude Antonio Pizzimenti – nei confronti dei portatori di disabilità che potranno contare su un riferimento fondamentale quale mediatore istituzionale per il rispetto dei propri diritti e delle opportunità di partecipazione all’attività sociale giungendo ad una reale inclusione nella vita cittadina”.