Brescia: Balsamo si è sparato un colpo alla testa, aveva con sé una pistola e un fucile

Milano, 4 apr. (AdnKronos) – Cosimo Balsamo, il killer in fuga da questa mattina nel bresciano, è morto sparandosi un colpo in testa, da solo nella sua auto, ad Azzano Mella. Non c’è stata nessuna sparatoria poco prima: i carabinieri, spiegano dal Comando provinciale, lo hanno rintracciato dopo le telefonate arrivate alla centrale da parte di alcuni testimoni che avevano sentito distintamente, nei pressi del supermarket, lo sparo.
L’uomo, che ha ucciso per vecchi rancori due ex soci coimputati al processo per cui era stato condannato nel 2009, aveva con sé sia una pistola sia un fucile, molto probabilmente detenuti illegalmente. La scelta del paese di Azzano Mella per uccidersi parrebbe casuale: secondo gli investigatori, non c’era lì nessun ‘obiettivo’.
Tra il secondo omicidio a Carpeneda di Vobarno e l’arrivo ad Azzano Mella, si apprende sempre, non sarebbe accaduto nulla, anche se gli inquirenti stanno ancora ricostruendo i dettagli della sua fuga e le strade percorse. Per trovare Balsamo sono stati impegnati dalle 12,45, l’orario in cui i carabinieri hanno ricevuto la prima chiamata, diverse centinaia di uomini dell’Arma.

Adnkronos