Barcellona Pozzo di Gotto, giovane studente brutalmente pestato: dura condanna dell’amministrazione

rissa

L’Amministrazione di Barcellona Pozzo condanna duramente il grave episodio di violenza ai danni del un giovane studente

rissaSconcerta enormemente apprendere del pestaggio di cui, in prossimità della Vecchia Pescheria di Via Longo, è stato vittima un giovane studente spagnolo“- è quanto scrive in una nota l’amministrazione di Barcellona Pozzo di Gotto- che prosegue- Sconcerta per il fatto in sé, espressione di violenza gratuita evidentemente mai abbastanza condannata, ma sconcerta anche perché coinvolge un giovane non barcellonese in una zona, quella della Vecchia Pescheria, che Barcellona Pozzo di Gotto- prosegue la nota– ha eletto a luogo d’incontro, di aggregazione e di divertimento e che, invece, per mano di pochi, diventa – per ventura soltanto occasionalmente – luogo di violenza. Un episodio che ripugna alla comunità barcellonese e offende i suoi sentimenti diffusi, aperti al dialogo e all’ospitalità; un episodio che non svilisce questi sentimenti, ma che certamente produce una ferita, restando un monito per tutti ad evitare che vicende del genere possano ripetersi. L’Amministrazione comunale- si legge ancora nella nota- condanna con fermezza quest’atto di violenza e i suoi autori ed è accanto a tutti quei giovani – che per nostra fortuna sono la stragrande maggioranza – i quali, con sagace equilibrio, sanno unire nella quotidianità impegni di studio o di lavoro, ma anche passione civile e sociale, con momenti di svago, leggerezza e divertimento. La Vecchia Pescheria- continua– era e resta luogo di serena aggregazione giovanile e di condivisione, anche grazie all’impegno degli imprenditori che vi operano e delle Forze dell’Ordine, che insieme alla Magistratura certamente sapranno rapidamente individuare i responsabili di questa violenza e che altrettanto certamente faranno quanto possibile per garantirci ancora maggiori livelli di sicurezza. Non possiamo abbassare la guardia- conclude- e tutti insieme siamo chiamati a fare ogni possibile ulteriore sforzo affinché ogni angolo della nostra Città possa essere vissuto con serenità dai nostri giovani e da chiunque!”